La mancanza di una proteina, la Beta Difensina 126 (DEFB126), che ricopre la superficie degli spermatozoi e li prepara ad affrontare il loro lungo viaggio nelle vie genitali femminili fino ad incontrare l’ovocita e a fertilizzarlo, può spiegare forse una percentuale significativa di casi di infertilità maschile.

Questo è ciò che emerge da uno studio, condotto da un gruppo di ricercatori internazionali e guidato da Gary Cherr dell’ Università Californiana di Davis (Usa).

Questa proteina agirebbe come “fattore prottettivo”, permettendo allo spermatozoo di muoversi più agevolmente attraverso il muco cervicale; la stessa proteina inoltre contrasterebbe un eventuale attacco del sistema immunitario della partner contro lo spermatozoo che sarebbe così più facilitato nell'incontro con l’ovocita, dovendo affrontare meno problemi.

I ricercatori hanno scoperto, analizzando diversi campioni di DNA di uomini provenienti da Stati Uniti d’America, Regno Unito, Cina, Giappone ed Africa che circa il 25% degli uomini esaminati in questo studio è portatore di due copie di un gene difettoso per la proteina DEFB126.

La verifica finale e clinica è avvenuta poi in laboratorio dove si è visto che gli spermatozoi degli uomini con i geni “difettosi” potevano avere una morfologia normale al microscopio ottico ed una buona motilità progressiva, ma se erano messi in un gel artificiale che simulava il muco cervicale questi si dimostravano incapaci di avere una normale motilità, cioè avevano chiare “difficoltà natatorie”.

Se però a questo punto veniva messa nel medium la proteina deficitaria, gli spermatozoi riprendevano la loro normale motilità e continuavano a muoversi in modo progressivo verso il loro ovocita.

Questo studio potrebbe portarci a meglio capire molti casi di infertilità non spiegata, potrebbe fornirci più informazioni cliniche ed indicarci eventuali nuovi metodi terapeutici.

 

 

Fonti:

http://stm.sciencemag.org/content/3/92/92ra65

http://m.theglobeandmail.com/life/health/new-health/health-news/men-who-lack-sperm-shielding-protein-less-fertile-study-finds/article2104112/?service=mobile



Per approfondire
:

Miti-e-realta-sul-maschio-infertile