Gli uomini con età inferiore ai 40 anni, in cui è stata diagnosticata la presenza di emorroide, hanno la probabilità più alta di soffrire di disfunzione erettile

Questo messaggio dovrebbe essere raccolto dai gastroenterologi e proctologi che visitano i pazienti affetti da emorroidi per poterli informare sull’eventuale possibilità di soffrire di DE dicono Herng-Ching Lin (Taipei Medical University, Taiwan) e colleghi.

Sono stati studiati 6310 pazienti cui era stata posta diagnosi di DE e selezionati i 1572 ( 25% ) affetti anche da emorroidi. Un gruppo di 31000 che non aveva invece ricevuto la diagnosi precedente di emorroidi riferiva DE in una percentuale del 14% , molto più bassa.

Senza tediare il lettore con le analisi matematiche di regressione logistica posso dire che lo studio ha dimostrato che gli uomini con disfunzione erettile, con età inferiore ai 30 anni erano nel 90 % pazienti che avevavo sofferto in precedenza di emorroidi, con una una probabilità di 3,71 rispetto a chi non ne aveva sofferto.

Ma come lo spiegamo questo fenomeno ?

Nel gruppo selezionato è stato documentato un livello più basso di testosterone, ed inoltre è stata ipotizzato che la presenza di vene ectasiche ( dilatate ) nel perineo profondo possano indurre una “irritazione locale“ con associati disturbi erettili.