I ragazzi  che fanno uso di cannabis possono essere a rischio la loro fertilità interferendo sulle dimensioni e la forma dei loro spermatozoi secondo una ricerca recente svolta nel Regno Unito.

Questo studio di portata mondiale si è posto l’obiettivo di verificare come li stili di vita influenzino l’indice di fertilità agendo sulle dimensioni e la forma degli spermatozoi.

Un gruppo di ricerca delle Università di Sheffield e Manchester ha evidenziato come queste caratteristiche peggioravano nei periodi estivi  anche se sembra migliorare nell’astinenza che si protrae per più di sei giorni (su questo forse c’è molto da discutere e rimando alle news del Dr. Biagiotti sull’argomento).

Del resto altri fattori di stile di vita comuni, riportati dagli uomini, tra cui fumare sigarette o bere alcolici, sembrava avere poco effetto.

Lo studio ha preso in considerazione 2249 uomini facenti riferimento a 14 centri della fertilità del Regno Unito, chiedendo loro la compilazione dettagliata di questionari che indagavano sulle abitudini e lo stile di vita. Sono stati selezioni gli uomini con una presenza nell’eiaculato di forme normali di spermatozoi inferiore al 4%. In questa fascia sono rientrati 318 uomini con un gruppo di 1652 di controllo che aveva una percentuale uguale o superiore al 4% (gli spermiogrammi ritenuti idonei allo studio erano in tutto 1970).

Il gruppo di 318 uomini con forme normali inferiori al 4% aveva raccolto maggiormente il liquido seminale nel periodo giugno-agosto o, se più giovani dei 30 anni, avevano fatto uso di cannabis nei tre mesi precedenti.

 

Fonte:  Cannabis use affects size and shape of sperm in young men - Università di Sheffield e Manchester