La colecistite acuta è una frequente complicanza della calcolosi della colecisti e costituisce una delle più comuni indicazioni ad un ricovero urgente in una reparto di chirurgia.

In passato, la terapia standard era considerata la colecistectomia laparotomica mentre, con l’ introduzione della tecnica laparoscopica nel 1987 venne considerata una controindicazione ad eseguire l’ intervento preferendo una terapia medica antibiotica ed infusionale programmando a distanza di alcuni mesi la colecistectomia laparoscopica.

Negli ultimi anni diversi lavori anno invece confermato che l’ intervento eseguito durante il ricovero è gravato da minori complicanze e da una minore permanenza in ospedale mantenendo invariato il rischio di conversione laparotomica.

E’ inoltre ridotto il rischio di nuovi ricoveri per recidiva di colecistite acuta che è di circa il 30% quando si sceglie la terapia non chirurgica in attesa di intervento differito.

In conclusione, la terapia di scelta della colecistite acuta è la colecistectomia laparoscopica, possibilmente eseguita entro 72 ore dall’esordio o comunque durante il ricovero iniziale.