I trattamenti infiltrativi delle labbra rappresentano una parte importante dell'attività clinica del chirurgo plastico, sia come atto terapeutico singolo, sia ancor più spesso come trattamento complementare, nei pazienti già sottoposti a interventi di chirurgia estetica del viso. Inoltre, sempre più spesso ci stiamo indirizzando verso tecniche di infiltrazione del labbro nella sua totalità, invece che alla pur sempre valida strategia di utilizzo dei vari fillers nelle singole rughe.

Per ciò che concerne questi materiali di riempimento, ritengo che quelli permanenti, ovvero NON riassorbibili, siano gravati da un alto indice di reattività locale e soprattutto non è ancora chiara l’evoluzione del tempo. Sono dunque preferibili i materiali a riassorbimento variabile, come l'acido ialuronico sicuro e largamente utilizzato in tutto il mondo, pur con il limite di dover essere ripetuti.

 

Lo schema di riempimento del labbro comprende la linea cutaneo-mucosa del labbro ma anche il filtro e l’arco di Cupido  ottenendo un miglioramento generalizzato di tutta la regione labiale. Mediante il trattamento infiltrativo possiamo aumentare la definizione delle varie linee, riempire le rughe e creare un effetto volumizzante del labbro stesso.

Questa tecnica personale di rimodellamento labiale, definita ristrutturazione volumetrica delle labbra, viene eseguita in assenza di dolore grazie all’utilizzo di blocchi anestesiologici periferici.