Ritornano in auge le protesi mammarie di poliuretano, che in realtà sono protesi di silicone con il solo rivestimento esterno di poliuretano. Dopo un inizio "in sordina" oggi le protesi rivestite al poliuretano vengono utilizzate sempre più spesso , non solo nei reinterventi chirurgichi ma anche nelle mastoplastiche primarie. La superficie morbida di questo tipo di impianti , unita alla scarsa reazione dei tessuti nei confronti della loro superficie,  ci consente di utilizzarle  in mammelle con scarsa  copertura tessutale, ottenendo risultati naturali sia nella forma  che nella consistenza.