La rinoplastica è l’intervento di rimodellamento del naso, mediante il quale vengono modellati dal chirurgo i vari tessuti del naso (pelle, osso, cartilagine) per eseguire le correzioni dei difetti o degli inestetismi come gibbosità del dorso, asimmetrie della piramide, irregolarità della punta. Ecco qui sotto le principali domande che ci rivolgono i nostri pazienti.

Dottore, com’è il naso ideale?

Il naso ideale non esiste. Esso infatti varia da viso a viso e dipende dal tipo di carnagione, razza, età ed altre variabili.

Essendo il naso una parte molto evidente del volto, la sua forma e grandezza può rappresentare la caratteristica principale di un viso e questo elemento va tenuto sempre presente prima di operare qualsiasi trasformazione pur migliorativa nel naso.

In che senso, mi scusi?

Nel senso che un “nasino“ perfetto può essere l’ideale per una ragazza adolescente ma può non esserlo per una donna matura e sicuramente sarà un “disastro” per un uomo cinquantenne!

Certo. E poi ci sono le caratteristiche individuali, vero?

Esattamente. La correzione deve essere rivolta alla sola eliminazione dei difetti, nel pieno rispetto delle caratteristiche peculiari di quel determinato viso.

Dottore, come “verrà” il mio naso?

Durante la visita iniziale, vi sarà chiesto ciò che non vi piace del vostro naso e quali sono le vostre aspettative. Alcune persone desiderano una forma o grandezza diversa, altri vogliono rimediare i danni causati da incidenti, altri solo respirare meglio. Saranno fatte anche foto del vostro naso ed elaborate con l’aiuto del computer. Questo servirà a programmare la migliore correzione possibile del profilo del naso, ma anche e soprattutto ad armonizzare la nostra possibilità effettiva di miglioramento con la vostra aspettativa.

In alcuni casi modeste correzioni del mento e dello zigomo possono aiutare ad armonizzare il vostro viso.

Mi ci saprò vedere col mio nuovo naso?

Il colloquio preoperatorio serve proprio a questo!

Il risultato di una rinoplastica dipende non solo dall’abilità tecnica del chirurgo e dal suo senso artistico, ma anche da una perfetta sintonia tra il desiderio del paziente e quello del chirurgo. In definitiva, un naso ben operato non deve avere un aspetto "artificiale", ma deve mantenere la naturalezza dei suoi tratti per ben armonizzarsi con il volto.

Come avviene l’intervento?

La rinoplastica può essere eseguita sia in anestesia locale che anestesia generale. Generalmente la durata dell’intervento può essere di una o due ore, anche se può essere richiesto un tempo maggiore in alcuni casi. Le incisioni vengono eseguite all’interno del naso.

La rinoplastica viene comunemente eseguito in regime di “Day Hospital” ed il paziente viene dimesso alcune ore dopo l’intervento.

E’ possibile migliorare la respirazione?

Sicuramente. Quando esistono problemi respiratori ad esempio legati ad una deviazione del setto nasale, la rinoplastica può migliorare anche la funzionalità del naso.

L’intervento è doloroso?

No. Pur avendo a disposizione una vasta gamma di moderni farmaci antidolorifici, generalmente non è necessario utilizzarli.

Cosa succede dopo l’intervento?

Molti pazienti che hanno subito una rinoplastica, riprendono la loro attività nel giro di pochi giorni. La medicazione consiste in un piccolo gesso sul dorso del naso e non è più richiesto l’uso di tamponi interni se non per qualche ora.

Dopo un mese il naso è consolidato e potrete riprendere anche attività ginnico-sportive.

Dottore, ma vale la pena che io mi operi?

Se vi siete mai chiesti come un intervento di rinoplastica potrebbe migliorare il vostro aspetto (o la vostra sicurezza …) è necessaria una visita.

La decisione se operarvi o meno è individuale e deve essere ben ponderata. Proprio per questo il chirurgo vi può essere di aiuto.