L’addominoplastica è la chirurgia elettiva per il trattamento di eccessi cutanei associati a flaccidità muscolo-aponeurotica, diastasi o ernie della regione addominale.

Che cos'è l'addominoplastica spiegato dal Dr. Bernardi, chirurgo plastico. Vedere il video:

 

 

Essa ha un duplice aspetto estetico e funzionale, in quanto può essere correttiva di difetti morfologici ed allo stesso tempo di condizioni patologiche o difetti posturali. 

Quest’ultimo elemento deve essere considerato di fondamentale importanza perché i  pazienti con difetti della parete o con cedimenti importanti hanno sempre un atteggiamento viziato, con il baricentro spostato avanti, che altera la normale postura. Mediante addominoplastica, eseguiamo la correzione della parete addominale, la tonifichiamo e riportiamo rapidamente la paziente ad una  condizione di riequilibrio fisico, con miglioramento posturale significativo.

Il risultato estetico dell'addominoplastica è invece dovuto all’eliminazione di tutti gli eccessi cutaneo-adiposi spesso associati ad importante rilassamento dei tessuti. Il ripristino della normale morfologia dell’addome diventa dunque di fondamentale importanza anche per quanto riguarda l’aspetto psicologico della paziente stessa: ella potrà praticare sport più facilmente, indossare vestiti più attillati, muoversi con maggior agio e "..sentirsi meglio con se stessa..".

Infine, associamo sempre all’addominoplastica “standard” alcune procedure chirurgiche di rifinitura, intese cioè a migliorare ulteriormente i nostri risultati.

Tra esse, la liposcultura per definire bene il “punto vita” o per armonizzare il resto del tronco, oppure il rimodellamento dell’ombelico che viene collocato in una posizione più corretta nell’addome e all’interno di una gradevole concavità. Tutti questi dettagli hanno l’obiettivo di ottenere risultati postoperatori in cui viene esaltata la naturalezza e l’armonia.