Le emorroidi interne sono di frequente riscontro e spesso possono essere causa di fastidiose sintomatologie che possono andare dal leggero fastidio fino a veri e propri dolori associati a sanguinamento, sensazione di incompleto svuotamento o di pesantezza. Solitamente questo tipo di patologia viene trattata con terapia medica ambulatoriale, ma in assenza di risultati soddisfacenti possono essere indicati dei trattamenti alternativi a bassa invasività che, nella maggior parte dei casi, risolvono il problema ed evitano un intervento chirurgico vero e proprio. Tra questi approcci l’iniezione di sostanza sclerosante può essere considerato fra i migliori trattamenti mininvasivi ambulatoriali.

La scleroterapia consiste nell’iniettare una sostanza cicatrizzante direttamente nel tessuto emorroidario. Questo tipo di approccio utilizza una sostanza che penetra nel tessuto emorroidario facilitandone la regressione. Dopo una o più sedute, questo trattamento facilita il ridimensionamento delle emorroidi, facendole talvolta letteralmente cadere in fase di evacuazione intestinale.

Nella maggior parte dei casi la scleroterapia è utilizzata per trattare le emorroidi interne con perdita di sangue. Si tratta di uno dei rimedi per emorroidi meno invasivi eseguito ambulatorialmente. La soluzione chimica utilizzata, una volta iniettata all’interno del tessuto, fa in modo che le emorroidi si riducano notevolmente fino a determinare la scomparsa dei sintomi associati.

È un trattamento che presenta un basso rischio di complicanze e quasi privo di dolore. Viene eseguito in regime ambulatoriale senza anestesia o con un minimo di anestesia locale. Rappresenta pertanto un trattamento molto valido per le emorroidi interne sintomatiche e, in casi selezionati, anche per le emorroidi esterne.