Spesso mi capita di leggere di utenti che sono in panico per un sospetto più o meno fondato di sieroconverisone da HIV (spesso molto meno fondato..) i quali descrivono le più disparate condizioni cutanee, i minimi segni della pelle, delle macchie isolate o dei piccoli segni della mucosa orale o genitale, insospettiti da questa possibilta'.

Mi pare ancora una volta opportuno rimandare ad un personale articolo che cerca di fare un poco di chiarezza sulla condizioni dermatologiche, ricordando ancora che l'infezione da HIV eccettuato la famigerata sindrome pseudo-mononucleosica che anticipa la sieroconverisone da HIV e' purtroppo spesso silente e i segni cutanei appaiono molto dopo la stessa sieroconversione e sono appannaggio più di un'AIDS conclamata (sindrome da HIV) che della sieroconverisone (infezione da HIV)

http://www.medicitalia.it/minforma/dermatologia-e-venereologia/964-cute-aids-pelle-spia-diagnosi-precoce-malattia.html