Deodoranti e detersione

Ogni persona ha il suo odore corporeo, che viene ad assumere una connotazione sociale in continua evoluzione nel corso della storia.
Con l'avvento del Cristianesimo , e fino al 1700 , al bagno ed alla pulizia corporea veniva associato addirittura l'idea di malattia , sterilità , persino sacrilegio!. Neppure i nobili erano avvezzi a queste pratiche igieniche ; al massimo veniva effettuato un bagno al mese e non necessariamente con acqua ( più spesso vino !) .
Successivamente la diffusione dell'acqua corrente nelle case e la scoperta dei microbi orientò diversamente le coscienze stimolando la nostra società a considerare la necessità della pulizia...ma si parla già di epoca contemporanea!

L'Odore

L'odore corporeo è dovuto principalmente alla attività delle ghiandole sebacee e delle ghiandole sudorali.
Le prime , diffuse su tutto l'ambito cutaneo spesso in associazione ai peli , secernono il sebo che è una miscela di trigliceridi , squalene , esteri cerosi e acidi grassi liberi ; le seconde producono il sudore e si dividono in eccrine ed apocrine.
Mentre le gh. eccrine sono responsabili di una secrezione acquosa , importante nella termoregolazione , eliminazione di tossine e mantenimento del pH,quelle apocrine determinano decisamente lo sviluppo di molecole odorose .
Infatti sono diffuse prevalentemente alle ascelle , zone perianali , pubiche , e determinano la produzione di una sostanza densa lipo-proteica ,maleodorante per la presenza di ac.caproico e caprilico .La interazione tra la flora batterica e le sostanze contenute nel sebo e ne sudore apocrino portano quindi al cosidetto "cattivo odore".
Il tutto è peggiorato dagli ormoni sessuali circolanti ; questo giustifica il peggioramento che si ha alla pubertà e l'assenza di forti odori corporei nell'infanzia.

Deodoranti

Possiamo suddividere, molto schematicamente, questi prodotti in categorie, per quanto riguarda la loro attività.
I deodoranti assorbenti , chelanti degli aciodi grassi che rendono le molecole odorose non volatili, ma non agiscono sulla flora batterica.
I deodoranti profumati al contrario risultano "coprenti" mascherando l'odore; possono però dare intolleranza e sensibilizzazioni.
Sono in commercio anche dei deodoranti a spiccata azione antitraspirante , che però ,inibendo la fuoriuscita del sudore possono alterare il normale equilibrio cutaneo.
Esistono infine deodoranti antimicrobici ed antiossidanti-batteriostatici , attivi sulla flora batterica .
A conclusione di questa sommaria presentazione è importante sottolineare l' utilità di controllare sempre la presenza di altre malattie sistemiche e dermatologiche , che potrebbero intervenire significativamente nella genesi, o nel peggioramento , del cattivo odore , fatto socialmente rilevante ai giorni nostri