Diverse evidenze sperimentali indicano come la Prolattina possa giocare un ruolo nella genesi di molti tumori.

Sul numero di Luglio 2011 di European Journal of Endocrinology, Katarina Berinder e collaboratori, pubblicano i risultati di un interessantissimo studio retrospettivo, effettuato su un'ampio numero di pazienti iperprolattinemici, volto a verificare la presenza in questi, di un aumentato rischio di cancro.

I risultati hanno messo in evidenza un incremento del rischio per i tumori del tratto gastroenterico sia nei maschi che nelle femmine, riscontrando in queste anche un aumento di quello per i tumori del sistema ematopoietico.

Non é stato individuato alcun aumento del rischio del cancro della mammella nelle donne, mentre é stato riscontrato un decremento negli uomini, di quello della prostata.

I risultati meritano ulteriori verifiche scientifiche, ma indicano già come centrale il ruolo delle strategie terapeutiche volte a mantenere in questo tipo di pazienti, i valori della Prolattina costantemente nei limiti della norma.

Fonte: http://www.eje-online.org/content/165/2/209.abstract