La stagione estiva ,come esperienza personale in Ospedale, porta ad un incremento del ricorso alla contraccezione d'emergenza ed in particolar modo da parte delle MINORENNI.

La domanda che tutti si pongono è la seguente: IL GINECOLOGO PUO' PRESCRIVERE LA "pillola del giorno dopo" alla MINORENNE o è necessario il consenso dei genitori?

La "pillola del giorno dopo" deve essere considerato un contraccettivo d'emergenza, e non un farmaco abortivo (sentenza del TAR Lazio), e quindi essendo registrato come "contraccettivo", lo stesso sia somministrabile, con le dovute cautele e il massimo scrupolo informativo, anche alle minorenni. Proprio per il carattere NON ABORTIVO del farmaco, risulta pertanto dubbia e non proponibile la "OBIEZIONE DI COSCIENZA" da parte dei COLLEGHI MEDICI.

Inoltre la fruizione di un metodo contraccettivo è garantita anche alle MINORI dall'art. 2 della legge 194/78, sempre ricorrendo alle strutture sanitarie e ai consultori.

Ci tenevo a questa precisazione!
dr Nicola Blasi