Negli anni '90 l'introduzione sul mercato di ottiche miniaturizzate ed isteroscopi operativi col diametro esterno di 5 mm, ha permesso la diffusione di procedure chirurgiche ambulatoriali senza ricorrere a premeditazione  o anestesia. Il concetto di "See& Treat"  e' diventato da allora patrimonio culturale dei ginecologi endoscopisti diffondendosi in tutto il mondo.

Queste procedure hanno consentito una notevole riduzione dei ricoveri chirurgici nelle pazienti precedentemente indirizzate al trattamento chirurgico resettoscopico.Oltre ad una notevole riduzione del disconfort tutto ciò ha comportato un notevole risparmio in termini di risorse economiche.

Il Miniresettore da 16 Fr  a flusso continuo  permette di trattare adeguatamente a livello Office  la maggior parte di patologie endocavitarie normalmente gestite con strumenti  di 9 mm.La possibilità di eseguirla in vaginoscopia, senza dilatazione del canale cervicale riduce significativamente le complicanze che la chirurgia resettoscopica può riservare.