L'endometriosi è una patologia purtroppo comune, ed è stata recentemente riconosciuta dall'INPS come possibile causa di invalidità.

Le terapie convenzionali (ormonale, farmacologica e chirurgica) in alcuni casi non riescono a rispondere ai quesiti che la malattia pone, soprattutto in relazione al controllo del dolore pelvico e al ripristino di una normale fertilità.

Per questo alcune persone si rivolgono alla medicina naturale (fitoterapia, omeopatia, agopuntura, medicina tradizionale cinese, osteopatia), per trovare una risposta alternativa, in armonia con il proprio corpo e al riparo da possibili effetti collaterali.

Per capire quanto è diffuso questo fenomeno, e che tipo di risultati ci sono con questo approccio, sto conducendo uno studio denominato CAMEO (Complementary and Alternative Medicine in Endometriosis), che andrà a costituire la mia tesi del Master in Medicina Naturale ad indirizzo Fitoterapia, dell'Università degli Studi di Firenze.

Lo studio ha ricevuto il supporto delle associazioni ONLUS APE (Associazione Progetto Endometriosi) e CiaoLapo.

Se soffri di endometriosi e vuoi riportare la tua esperienza, anche se non usi la medicina alternativa, per favore dedica alcuni minuti del tuo tempo alla compilazione di un semplice questionario online, che troverai al link https://www.surveymonkey.com/s/endometriosi

Questo potrà aiutarci a migliorare l'efficacia delle cure mediche contro una patologia cronica e potenzialmente invalidante.

Grazie!