Ne ho vista una vera alcuni mesi fa nel cortile sotto casa mia, e in effetti mi sono chiesta cosa ci facesse, visto che abito in centro a Firenze! Forse voleva ricordarmi che si avvicina il mio trentacinquesimo compleanno??? Ci siamo guardate negli occhi per alcuni istanti, poi lei è volata via, chissà dove aveva fatto il nido…

Torniamo alla cicogna metaforica! Tante ragazze mi chiedono alcuni consigli per avere una gravidanza, per questo metto in evidenza alcuni punti chiave:

• Cura la tua salute: mangia correttamente, abbonda con frutta e verdura. Se sei sovrappeso, mettiti a dieta con l’aiuto di un dietologo o nutrizionista. Inizia la gravidanza con il piede giusto!

• Assumi integratori di acido folico. Il dosaggio consigliato è di 400 mcg/die. L’acido folico è una vitamina che aiuta a prevenire i difetti del tubo neurale (“spina bifida”). Più recentemente si sta scoprendo anche la funzione di un’altra vitamina, l’inositolo, nel miglioramento della funzione ovulatoria.

• Smetti di fumare. Lo sapevi che le fumatrici vanno in menopausa prima? Il fumo infatti è tossico per le cellule germinali (uova e spermatozoi). Dì anche al tuo partner di smettere di fumare.

• Pratica costantemente attività fisica. La produzione di endorfine bilancia gli ormoni negativi, prodotti sotto stress, e aiuta il benessere di tutto l’organismo.

• Considera la regolarità dei cicli mestruali: se i cicli sono spontanei e a cadenza regolare, nel 90% dei casi sono ovulatori. Se mestrui saltuariamente (tipo 6-7 volte l’anno o anche meno) richiedi un controllo medico completo di visita, ecografia transvaginale, esami ormonali.

• La frequenza ideale dei rapporti sessuali è di circa 2-3 volte la settimana. Infatti gli spermatozoi sopravvivono nelle cripte della cervice uterina fino a 6 giorni. Se la vostra attività sessuale è meno frequente, puoi provare ad usare gli stick urinari per l’LH per dirigere i rapporti in fase ovulatoria.

• Sappi che la probabilità di concepimento non supera il 30% se il rapporto è avvenuto in fase ovulatoria. Questo vuol dire che persone sane impiegano in media 3-6 mesi per ottenere una gravidanza.

• Se dopo un anno di rapporti liberi (cioè senza uso di alcun contraccettivo) non sei rimasta ancora incinta, rivolgiti al medico per gli accertamenti del caso. Aspetta solo 6 mesi se hai più di 35 anni.

• Guarda la carta di identità: purtroppo la biologia non è generosa con le donne, e le probabilità di diventare madri diminuiscono esponenzialmente a partire dai 35 anni. Dopo i 42-43 anni nemmeno la tecnologia della fecondazione assistita riesce a compensare la riduzione della fertilità, legata al peggioramento della qualità ovocitaria. Esistono però delle chances eccellenti di diventare madri mediante il ricorso ad ovodonazione, per legge vietata in Italia.