Il vantaggio dell'utilizzo di uno strumento per la termofusione è rappresentato da una minore durata della procedura chirurgica ,dalla possibilità di poter usare un unico filo di sutura ( per la chiusura dell'orletto vaginale) e dal ridotto sanguinamento.

Inoltre la termofusione  di vasi sanguigni e strutture tissutali riduce i fenomeni infiammatori e il dolore postoperatorio.

Pertanto i peduncoli, privi delle classiche legature, non creano effetti di necrosi tissutale.

Inoltre in un momento di crisi economica, come quella attuale, è auspicabile l'utilizzo di tale metodica, sia in termini di risparmio economico, di riduzione della degenza e di disagio postoperatorio delle nostre pazienti.

Personalmente è da circa due anni che eseguo la Colpoisterectomia ( e non solo ) con l'utilizzo di una pinza per termofusione ottenendo degli ottimi risultati.