La figura del medico specializzato in Ginecologia e Ostetricia è cambiata radicalmente negli anni. Una volta si accedeva all' ambulatorio ginecologico con timore e imbarazzo in casi estremi, oggi questa figura professionale è diventato il confidente, il medico di fiducia di ogni donna dalla pubertà all'ora età più avanzata.

Ci si rivolge con più' facilità' e meno timore a questo tipo di consulenza, si usa spesso il termine: il mio ginecologo, con senso quasi di possesso, come si parlasse di una persona di famiglia. Esiste una certa "femminilizzazione" per cui oltre a essere disponibili più' dottoresse, anche il ginecologo maschio e' meno burbero e incute meno soggezione di un tempo.

Sono indubbiamente aumentate le occasioni di consulto in questo ambito. Si comincia da giovanissime, con i primi disturbi del ciclo, poi iniziano le problematiche riguardo alla scoperta della sessualità, alle esigenze contraccettive, alla gravidanza, per continuare con le patologie più' disparate, dalle comuni vaginiti alle problematiche più serie, quali ad esempio endometriosi, fibromi, patologia oncologica, incontinenza urinaria, ecc. sono aumentate le occasioni di consulto e si sono diversificate le modalità' di richiesta di aiuto.

Dall' ambulatorio e dal' Ospedale come roccaforti esclusive siamo passati alla consulenza via internet o telefonica. Attenzione. Questi mezzi di comunicazione, ottimi per trasmettere brevi informazioni, non possono sostituire la visita ambulatoriale. Si rischia di commettere errori legati a sottovalutazioni, scambi di persona, ecc.

La corretta diagnosi e terapia richiedono un approccio diretto con la paziente. Si parte da un' accurata anamnesi, per capire chi si ha di fronte e cosa vuole da noi, poi si passa alla visita, agli esami strumentali il più' mirati possibili inerenti alla eventuale patologia. Solo così possiamo ottenere risultati in termini di efficacia.

Internet e il telefono ci aiutano a creare un rapporto di solidarietà' e di vicinanza alle donne che si rivolgono a noi nei momenti più' delicati della loro vita. Quante di loro sono confortate semplicemente dal fatto di sapere che, in caso di necessità, hanno un recapito cui rivolgersi?

Questo servizio di costante reperibilità' ci viene richiesto sempre più spesso nel monitoraggio di un farmaco, nel seguire un gravidanza, in mille occasioni. Il nostro lavoro ha indubbiamente bisogno di una crescente disponibilità'.

E' una delle sfide dell' Ostetricia e Ginecologia del futuro.