Oramai sono anni che era stato vietato la pratica della Fecondazione eterologa, nessuno avrebbe scommesso che così presto si poteva di nuovo praticare la eterologa.

Attendiamo fiduciosi, così potremmo porre la fine al turismo eterologa che comporterebbe un enorme sacrificio alle coppie sia economica che fisica e mentale (Osservatorio sul Turismo Procreativo rileva ogni anno più di 2000 coppie reca all’estero per l’eterologa, nel 2011 circa 4000 coppie).

In questo modo potremmo dare la possibilità a tutte le coppie e non solo a chi è economicamente più avvantaggiato. Così si potrbbe dare speranza alle coppie, che è la cosa più bella che si possa regalare, di una gravidanza e un figlio.

Sarà la Toscana la prima regione italiana ad offrire l’eterologa ai cittadini in centri pubblici, privati e convenzionati.