Soffri di dolore all’articolazione temporomandibolare da tanto tempo? Hai dolori facciali atipici correlati? Il medico di famiglia non Ti ascolta più? I familiari ti sopportano a fatica? Hai fatto diversi bite senza un grande risultato? Non sai più cosa fare? Ti hanno proposto una nuova terapia con ortodonzia, ceramiche o un nuovo bite? Fermati. http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/news/2613/Disordine-temporomandibolare-quale-terapia

Insieme con il Prof. Marcello Brunelli e il dipartimento ricerca e sviluppo di Asa Dental abbiamo realizzato un dispositivo ® assai innovativo distribuito da Asa stessa. I vantaggi dello stretching nelle diverse aree del corpo e nel cavo orale sono conosciuti da lungo tempo. Di solito sono eseguiti con manovre manuali dal soggetto stesso, ma non sempre è facile farli in maniera corretta. L’argomento ha interessato la rubrica Salute de La Stampa.it, che ha telefonato al produttore. Asa Dental ha chiesto “Vuole notizie?” e con sorpresa si è sentito rispondere: “No grazie, voglio provarlo”.

Il risultato è: “Eseguendo una piccola prova, abbiamo notato – nelle persone soggette a problemi di apertura e chiusura della bocca – un evidente rilassamento dei muscoli anche a livello estetico. Rilassamento visibile, in alcuni casi, persino già dal primo utilizzo.” http://www.lastampa.it/2013/02/19/scienza/benessere/articolazione-temporo-mandibolare-con-lo-stretching-torna-in-forma-NaLDoRdcLGgeYqPYe9gkeM/pagina.html. E’ con piacere che facciamo notare che non spesso si legge di un giornale che prova il dispositivo prima di recensirlo. Spesso non è facile capire la differenza che corre tra l’informazione e la pubblicità.

Per aggiungere qualcosa si potrebbe dire che il progetto sta crescendo, il produttore ci sta investendo e presenterà il dispositivo alla più grande fiera del mondo http://www.asadental.it/Evento.asp?ID_E=50. Tutto è in divenire, si attende la pubblicazione su importante rivista internazionale di vantaggi correlati allo stretching mandibolare. Intanto, con il Prof. Marcello Brunelli e lo staff ricerca e sviluppo di Asa Dental, stiamo lavorando a sviluppi che sembrano essere molto promettenti in molte patologie, legate all'ansia (es. bruxismo) ed apparentemente slegate al cavo orale. Degli importanti Dipartimenti Universitari e di Ricerca che stanno studiando i risultati dello stretching mandibolare, ne parleremo quando gli articoli (in stampa) vedranno la luce. Intanto ringrazio tutte le persone che hanno partecipato (con entusiasmo) a questo progetto.