Spesso viene confuso, anche dalla classe medica, con il chirurgo maxillo-facciale, o con l'odontoiatra generico.

Lo gnatologo è invece il professionista di riferimento per i Disordini Cranio-Mandibolari.

 

Chiariamo cosa sono questi "disordini".

  • Problemi all'Articolazione Temporo-Mandibolare
  • Malocclusione
  • Instabilità occlusale
  • Conseguenze di protesizzazioni incongrue
  • Bruxismo

 

Come si manifestano questi "disordini"? Con una serie di sintomi che, pur non essendo esclusivi o significativi se valutati singolarmente, presi nel loro complesso possono orientare verso un sospetto diagnostico.  Lo gnatologo deve tradurre questo sospetto in una conferma diagnostica o in una esclusione diagnostica.   Ma vediamo i più comuni sintomi che devono far pensare ad un Disordine Cranio-Mandibolare:

  • Rumori e/dolori all'orecchio
  • Affaticamento ai muscoli masticatori, soprattutto al mattino
  • Cefalee, sopratutto se di origine muscolo-tensiva
  • Dolori cervicali, alle spalle, al collo
  • Nevralgia del trigemino
  • Usura anormale di una o più superfici dentali
  • Sensibilità o dolorabilità anormale di uno o più denti
  • Aumento o diminuzione dell'apertura della bocca
  • Vertigini
  • Acufeni

 

 

Lo gnatologo cerca di capire se i problemi riscontrati sono dovuti ad un errore di posizione o all'assenza di uno o più denti (malocclusione), alla presenza di protesizzazioni incongrie, sia fisse che rimovibili, ad una postura errata, ad una terapia ortodontica conclusasi non correttamente, a condizioni di stress emotivo, ad abitudini viziate o altre cause ancora.

Nel disegno vediamo rappresentata una rappresentazione schematica dei muscoli che collegano la testa al resto del corpo.  E' facile capire da questo disegno come una tensione muscolare ad origine buccale si riflette immediatamente alle tempie, alla nuca, al collo e alle spalle, provocando cefalee e cervicali.

muscoli della testa e del collo

 

A volte lo gnatologo non si occupa di altre branche specialistiche, ma più spesso è un ortodonzista, un protesista, un dentista generico che ha studiato particolarmente l'argomento, un implantologo (come il sottoscritto), a volte (ma non mecessariamente) anche un chirurgo maxillo-facciale.

In conclusione, uno gnatologo non è un dentista qualunque, ma è un dentista che si è dedicato con passione a studiare questa difficile branca dell'odontoiatria.

Altre informazioni sul mio sito dedicato alla gnatologia:

www.malocclusione.it