Gli ormoni sono sostanze endogene prodotte dall’organismo, essi fungono da messaggeri e rispondono alle necessità del nostro corpo. Ogni ormone ha funzioni differenti e viene secreto o attivato solo quando necessario. Essi entrano in gioco nella regolazione di tutti i processi del corpo ed è per questo che è necessario approfondire alcuni test ormonali, per la valutazione delle principali funzioni del nostro organismo ed il corretto assetto del nostro stato di salute.

Sempre più spesso, la nostra società ci costringe a seguire ritmi frenetici e stili di vita scorretti. Questo può portare ad uno squilibrio ormonale, che può influire sul nostro stato di salute ad esempio ormai molte le persona hanno una cattiva qualità del sonno, e questo può spingere l'acceleratore sul rischio di incorrere in patologie croniche.

In questo caso parametri utili da analizzare sono la Melatonina, il cortisolo ed il DHEA.

Se vogliamo DIMAGRIRE ad esempio invece, vi sono ormoni che entrano in azione nel meccanismo di regolazione dell’appetito, del dimagrimento e dell'ingrassamento, e dell’immagazzinamento dei nutrienti a fini energetici.
In questi caso il profilo giusto da controllare e' quello dei seguenti parametri: Insulina, TSH, ft3,ft4, Progesterone, Testosterone, Estradiolo, Cortisolo mattutino e serale, DHEA.

Lo stress porta all’aumento della concentrazione dei radicali liberi, non più contrastati dalle difese antiossidanti endogene perché insufficienti. La rottura dell’equilibrio tra produzione di radicali liberi e potere antiossidante deve essere considerata un pericolo per il benessere dell’organismo, gli ormoni che entrano in azione in questi meccanismi di regolazione e di risposta allo stress e che andrebbero analizzati sono in tal caso: cortisolo mattutino e serale e DHEA.

Se vogliamo invece valutare il nostro asse SESSUALE dobbiamo andare a controllare gli ormoni sessuali che svolgono funzioni essenziali durante l’arco di tutta la nostra vita, dal passaggio all’infanzia alla pubertà, e la vita adulta. Sia gli uomini che le donne devono fare i conti con il passare degli anni e con il rischio di squilibri nei livelli degli ormoni sessuali.

Da molti studi inoltre si è visto che l'alterazione di alcuni di questi ormoni contribuisce a un lento, ma costante invecchiamento, oltre che al calo della libido, dell'energia, della massa muscolare, dello sviluppo dell’osteoporosi e della riduzione del tono e dell'elasticità cutanea, al calo di memoria, a problemi cardiocircolatori, all'insonnia, l'irritabilità e le oscillazioni di umore.

Nella Donna in età Fertile sarebbe bene analizzare Estradiolo, Progesterone e Testosterone, mentre in menopausa oltre ai parametri citati è bene inserire anche Androstenedione, gli stessi parametri vanno bene anche per valutare il profilo del maschio.

Negli sportivi infine l'attività fisica in generale e lo sport a livello agonistico costituiscono uno stress importante per l’organismo e influenzano l’assetto e gli equilibri ormonali. Valutare i livelli ormonali, in condizioni di riposo fisico e in seguito allo sforzo, permette di evidenziare una situazione di over-training oppure di prevenirla. In questi casi l'ideale sarebbe dosare il Cortisolo prima e dopo l’allenamento e il Testosterone prima e dopo l’allenamento.