Obiettivo quello di far crescere e sviluppare organi umani all’interno di un maiale vivente, sfruttando la potenzialità delle cellule staminali.

Per il momento chiaramente la ricerca è riuscita solamente a far crescere organi appartenenti a maiali neri all’interno del corpo dei maiali bianchi, ma in ogni caso è un importantissimo passo di ingegneria genetica. Utilizzando le cellule staminali si possono manipolare gli embrioni che svilupperanno poi soggetti in grado di ospitare organi di una specie per la quale riconoscono il corredo genetico , evitando i problemi del rigetto.

In teoria si spegne il gene deputato alla crescita dell’organo e si inseriscono le cellule staminali con il DNA dell’altro organismo, facendo quindi successivamente sviluppare un organo con corredo genetico estraneo.

La meta è ancora lontana , anche perché la ricerca nasce in Giappone dove la legge non consente di ibridare genoma umano con quello animale