"Vi è una evidenza scientifica che supporta una correlazione tra utilizzo dei telefoni cellulari e tumori cerebrali". Lo ha dichiarato lo IARC (International Agency for Research on Cancer), che fa parte dell'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) tramite il Dr Jonathan Samet (University of Southern California, USA), a capo del gruppo di lavoro.

In particolari lo sviluppo di gliomi e neurinomi del nervo vestibolare sarebbero i più a rischio.

L'evidenza scientifica a supporto della correlazione tra campi elettromagnetici a radiofrequenza e tumori cerebrali è stata classificata di tipo 2B. Ciò significa che i telefono cellulari potrebbero essere causa dello sviluppo di gliomi e neurinomi dell'acustico. Altri studi saranno necessari per elevare l'evidenza scientifica a livello "A" ("probabilmente carcinogeno") o a livello 1 ("sicuramente carcinogeno").

Le conclusioni saranno pubblicate su The Lancet Oncology il 1 Luglio. Per ulteriori informazioni si può visitare il sito dello IARC http://www.iarc.fr/

Il dr. Christopher Wild, direttore dello IARC, considerando l'evidenza scientifica crescente su questo argomento, consiglia di prendere precauzioni utlizzando l'auricolare o l'invio si sms, fino a che ulteriori studi non saranno disponibili.

http://www.iarc.fr/en/media-centre/iarcnews/2011/IARC_Monographs_QA.php