La TGA (Therapeutic Goods Administration) australiana ha approvato un nuovo farmaco somministrato per via orale per migliorare la deambulazione di pazienti adulti affetti da Sclerosi Multipla (SM) di tutti e quattro i principali tipi (Ricorrente-recidivante, progressiva primaria, progressiva secondaria e ricorrente progressiva). Il principio attivo è la Fampridina, un bloccante dei canali del potassio. In due sperimentazioni il miglioramento ha interessato circa il 40% contro il 9% circa dei gruppi placebo. L'aumento medio della velocità della deambulazione è di circa il 25% contro il 5-6% del placebo. La maggioranza di questi pazienti utilizzava anche altri farmaci per la SM (Interferone, Natalizumab, Glatiramer, ecc.) e si è visto che il miglioramento della deambulazione era indipendente dall'associazione farmacologica.

Controindicazioni: ipersensibilità al farmaco o agli eccipienti, insufficienza renale moderata-grave, precedenti di epilessia.

Effetti collaterali più comuni: infezioni delle vie urinarie, vertigini, insonnia, emicrania, nausea, astenia, lombalgia, parestesie, stipsi, riacutizzazione della SM, disturbi digestivi, vomito e dolore faringo-laringeo. Non ci sono studi sufficienti nelle donne in gravidanza.

Fonte TGA 2011 (Therapeutic Goods Administration)