Il miglioramento della vista provoca grandi cambiamenti nel comportamento

In uno studio intitolato "I miglioramenti nel comportamento dopo la chirurgia refrattiva nei bambini in ritardo di sviluppo neurologico", presentata ieri al simposio "Breakers Late", è stato dimostrato che, migliorare la miopia o l'ipermetropia di grado elevato con la PRK, può migliorare notevolmente il comportamento nei bambini in ritardo di neurosviluppo che non sono compatibili con la terapia standard (es. occhiali o lenti a contatto).

Negli ultimi 15 anni, sono stati pubblicati in letteratura circa 600 casi di chirurgia refrattiva con laser ad eccimeri in età pediatrica. Sono stati inoltre studiati 40 casi di IOL fachiche e 20 casi di sostituzione del cristallino. Tutti i casi hanno determinato miglioramenti nella acuità visiva con poche complicanze.

Gli studi precedenti avevano valutato il miglioramento e la socializzazione dei piccoli con dei questionari compilati dai genitori. In questo studio, invece, 14 bambini sono stati valutati con test standardizzati, tra cui un test per il quoziente di sviluppo (QS). Uno psicologo infantile ha misurato il deficit sia prima che dopo l'intervento. I miglioramenti nel QS sono rari nei bambini in ritardo di sviluppo neurologico, ma in questo studio i bambini hanno mostrato miglioramenti statisticamente significativi nei deficit di socializzazione e di comunicazione dopo sei mesi dall'intervento. Circa l'85 per cento dei bambini esaminati manifestava un netto miglioramento della comunicazione: bambini che un tempo vivevano isolati in un mondo sfocato, avversi al contatto fisico ed aggressivi, diventatavano molto più socievoli e giocosi.

Le parole di un genitore possono esprimere al meglio il concetto: "Grazie per aver cercato di aiutare nostro figlio quando nessun altro pensava che ne valesse la pena, perché aveva tante disabilità che altri avevano pensato che non fosse importante per lui vedere molto."