L'EMOVITREO e' una affezione molto tipica caratterizzata dalla presenza di una emorragia nel vitreo.

La raccolta ematica (di sangue) all'interno del corpo vitreo puo' riconoscere diverse cause

  • rottura di vasi retinici  normali (distacco di vitreo post traumatico )
  • rottura di vasi retinici anomali  o patologici (rottura di un angioma o di un aneurisma retinico)
  • rottura di neovasi retinici (retinopatia diabetivca proliferante, neovasi secondari ad occlusione venosa su base ischemica)
  • rottura di neovasi della coroide (degenerazione maculare legata all'eta' DMLE o AMD)

Il sangue entra  nel corpo VITREO  attraverso microlesioni dformando sacche emorragiche  

di varia dimensione che impediscono di vedere la retina.

L'emoviteo non e' mai DOLOROSO.

Sintomi iniziali sono caratterizzati da miodesopsie con

riduzione improvvisa del visus o di un settore del campo visivo.

L' esame piu' utile in questi casi e' l'ECOGRAFIA BULBARE , seguito da un esame OCT.

Una emorragia vitreale puo' anche risolversi spontaneamente nel corso di qualche settimana

(a volte pero' anche  mesi ).

in altri casi invece l'accumulo di sangue da luogo ad una reazione infiammatoria con i f

Fibroblasi  che creano  membrane epiretiniche.

Le forme croniche di EMOVITREO sono davvero piu' noiose e danno luogo a 

  • membrane epiretiniche maculari e perimaculari
  • emosiderosi retinica
  • glaucoma

 

 

 

 

 

 

 

 

 

TERAPIA   EMOVITREO

 

Si utilizzano con cautela e molto giudizio farmaci antiemorragici :

bisogna valutare sempre molto bene le condizioni cliniche generali del paziente e non

guardare solo il problema oculare ).

Se l'emorragia e' associata a Distacco di Retina ,

bisogna fare un intervento urgente o in tempi comunque  molto brevi.

 

 

 

LUIGI MARINO

CONSIGLIERE NAZIONALE

ASSOCIAZIONE ITALIANA MEDICI OCULISTI

www.oculistiaimo.it