"La salute degli occhi "


In Lombardia registriamo ogni anno 6000 nuovi casi di degenerazione maculare legata all'eta' (AMD) e 4000 nuovi casi di Edema Maculare Diabetico.

Mentre sono 150.000 i pazienti affetti da glaucoma e si eseguono in questa regione 100.000 interventi di cataratta l'anno.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanita' (OMS WHO) l'ipovisione e' in costante crescita in tutto il mondo, tanto da costituire un problema prioritario per i servizi sanitari di tutti i Paesi, siano essi in via di sviluppo o industrializzati.

L'OMS ha stimato infatti che nel Mondo ci siano 285 milioni di persone con gravi problemi di vista e di questi 39 milioni sono ciechi e 246 milioni sono ipovedenti.

L'importanza della vista e del benessere di tutto l'apparato visivo e' tale che stiamo mettendo in atto sempre piu' azioni congiunte per favorire la definizione di percorsi diagnostico - terapeutici e screening appropriati.

La vista e' il bene piu' prezioso per i Lombardi (ricerca Doxafarma) ma 1 su 3 non sa ben definire cosa e' l'ipovisione , mentre la CECITA' e' assolutamente al primo posto come GRAVITA' percepita, precedendo addirittura il cancro.

 

 

La VISTA

Comandante TITO PECCI Alfiere ASSOCIAZIONE ARMA AERONAUTICA (2013 Francia)

 

La Vista e' il bene piu' prezioso secondo la popolazione intervistata perchè ci permette:

  •  di LEGGERE  (42%)
  •  di VEDERE LA  NATURA (34%) 
  •  di SCOPRIRE IL MONDO INTORNO a SE  (27%) 
  •  di VEDERE i PROPRI CARI  (27%).

 

Cosa succede in ITALIA?

  • 55,5% della popolazione tra i 70 ed i 99 anni,
  • 550.000 pazienti affetti da GLAUCOMA
  • 233.000 pazienti affetti da Degenerazione maculare di forma umida (AMD), con una incidenza di 36.000 nuovi casi l'anno
  • 44.000 sono invece le persone affette da edema maculare diabetico.

 

L'ipovisione ha un forte impatto individuale e sociale, perche' riduce fortemente l'autonomia limitando la liberta'.

Un ipovedente e' un paziente che ha una acuita' visiva molto ridotta (tra 1/20 e 3/10), in pratica non riconosce ad un metro un oggetto che una persona normale (emmetrope) riconosce a 20 metri.

Infine non dobbiamo dimenticare che i pazienti ipovedenti hanno un rischio di cadere nella DEPRESSIONE 3 volte in piu' rispetto alla media; hanno occasione di imbattersi in un ostacolo e cadere 2 volte piu' della media, ed infine vanno incontro a fratture dell'anca da 4 a 8 volte in piu'.

Diventa allora sempre piu' necessaro e di vitale importanza per noi MEDICI OCULISTI insistere su campagne di sensibilizzazione, su misure di prevenzione sempre piu' precoci, e su percorsi diagnostico terapeutici sempre piu' collaudati, per arrivare al 2020, anno mondiale della vista, anzi della buona vista e della sanita' dell'apparato visivo, a vedere o manterere i 20/20 (venti ventesimi del mondo anglosassone) o i 10/10 di noi europei.

  

 prof. Luigi Marino MD PhD

Consigliere Nazionale AIMO

AIMO Associazione Italiana Medici Oculisti

www.oculistiaimo.it