Ho impiantato i miei primi 3 Xen per la chirurgia minimale del glaucoma.
Si trattava di 3 pazienti in cui la pressione oculare nonostante i colliri non si abbassava a sufficienza.
In tutti e 3 i casi si era registrato un progressivo peggioramento del campo visivo.

 

glaucoma

 

impianto dello Xen nella chirurgia minimale del glaucoma

L'impianto dello Xen, un tubicino di 6mm di lunghezza e 0,04 mm di diametro, non ha presentato particolari difficoltà. Chiaramente trattandosi di una prima volta un pochino di fatica la ho fatta, più che altro dovuta all'inesperienza.
In realtà la tecnica non si discosta poi tanto da quella di una banale iniezione!

La cosa importante e' che durante le 3 chirurgie non si è verificata alcuna complicanza. E questo è il vero vantaggio dello Xen, rispetto a chirurgie tradizionali più invasive.

Il giorno dopo, senza colliri, la pressione era scesa a 7, 13 e 22 rispettivamente nei due pazienti in cui avevo fatto solo la chirurgia del glaucoma e nella paziente che aveva subito un intervento combinato, cataratta e glaucoma. La pressione di partenza era 19,22 e 32 con colliri.

Lo Xen è indicato in tutte le forme di glaucoma ad angolo aperto non sufficientemente responsivo alla terapia medica.