Da più di 20 anni l’odontoiatria ha cambiato volto grazie all’avvento di nuovi materiali sempre più estetici, ed al progredire di nuove tecniche e tecnologie. L’odontoiatria sempre più rivolta all’estetica ed alla cosmesi dentale, ha varcato finalmente alcuni limiti legati a stereotipati approcci diagnostici che si dimostravano limitati vista la carenza di strumenti e pianificazioni dei casi clinico estetici.

Oggi la Medicina tutta propone sempre più l’imporsi delle tecnologie digitali che nel caso dell’odontoiatria possono essere unite in un unica grande famiglia: Digital Dentistry. Per capire meglio possiamo affermare che ad esempio la radiologia odontoiatrica permette l’uso quotidiano ed ormai presente in quasi tutti gli Studi Professionali Odontoiatrici di apparecchiature radiologiche digitali come RVG ( RadioVideoGrafia Digitale), TAC 3D, ed altri presidi strumentali.

Grazie a questi il dentista può pianificare una diagnosi e terapia impiantare effettuando rilievi e misurazioni in tempo reale sul proprio computer simulando l’inserzione di impianti e la relativa posizione protesica, cioè può vedere sul monitor come e dove potrà costruire protesicamente la dentatura mancante. La bellezza di questa tecnologia così accattivante sta nel fatto che la diagnosi relativa alle immagini elaborate sul computer può essere vista anche dal paziente che ha un modo in più per comunicare con il medico odontoiatra. Altresì dicasi per l’impronta ottica, la scansione laser delle impronte, i sistemi cad-cam, etc.

Oggi molti Pazienti si rivolgono all’Odontoiatra Specialista non solo perché presentano un carie, ma sempre più spesso perché necessitano di uno Smile Makeover, cioè Rifacimento del Sorriso, cioè tutte le sue preziose componenti, Denti, Gengive, Labbra e regioni Perilabiali (rughe d’espressione, invecchiamento, etc).

Per quanto riguarda l’Odontoiatria Estetica il Digital Dentistry inizia a proporre soluzioni informatiche di tutto rispetto, soluzioni che investono le proprie risorse soprattutto sulla “predicibilità” della terapia e sul risultato estetico. Una volta ci si rivolgeva al dentista per sapere come e quale sarebbe stato il risultato del proprio sorriso e relativo manufatto protesico o addirittura come si sarebbero allineati i denti “storti”; le risposte erano spesso non esaustive e solo in alcuni casi il professionista era in grado di mostrare un rudimentale disegno o al meglio dei modelli in gesso con la riproduzione un po’ spartana del risultato finale.

Ebbene oggi tutto ciò sembra Jurassico, l’Odontoiatria Digitale offre la possibilità di fare vedere al paziente quale sarà il risultato finale confrontato con il punto di partenza del caso clinico estetico ( before/after). Esistono metodiche accreditate dalla comunità scientifica relative al “Virtual Planning” (Pianificazione Virtuale Clinico Estetica) che si basano sostanzialmente sul Disegno Dentale (Dental Design) e Smile Design realizzabili facendo uso di software per Design e/o Digital Image Editing.

In pratica l’Odontoiatra può formulare la diagnosi estetica del Sorriso attraverso l’elaborazioni di immagini (Fotografie Digitali) che può tranquillamente usare per comunicare con il paziente in modo totalmente personalizzato; ogni viso, ogni sorriso, ogni dentatura è assolutamente personale e pertanto va studiato secondo parametri estetici e funzionali che il medico odontoiatra specialista ha nel proprio bagaglio culturale, ma allo stesso tempo questi dati possono essere presi in considerazione insieme al paziente per poter concordare il miglior risultato finale.

Le stesse diagnosi ortodontiche estetiche possono essere supportate da meravigliosi videoclips 3D, sintesi di elaborati processi digitali di simulazioni dei movimenti dentali ( Es. ClinCheck - Invisalign ); Il paziente può vedere insieme al dentista come i denti si muovono ed in quanto tempo, quindi consultarsi colloquiando tranquillamente con il dentista di fronte ad un monitor, sintesi di come il mondo virtuale possa concretizzare le aspettative del risultato atteso.

Spesso, come relazionato al 14° Congresso Internazionale di Medicina Estetica (Agorà-Amiest) di Milano 2012 (Analisi Estetica Dento Facciale 3D), l’uso di questi software e relative metodiche può confluire sinergicamente ad un risultato Estetico a 360°. Infatti è possibile affrontare una diagnosi estetica del viso anche attraverso l’uso di diagnosi odontoiatriche relative a forma, disposizione, colore, simmetrie, misure, parametri, integrabili in analisi estetiche di Medicina Estetiche, Chirurgia Plastico-Estetica, Chirurgia Maxillo Facciali.

In pratica l’uso di metodi come “Aesthetic Digital Smile Design” che propone l’Image Editing e Smile Morphing possono essere utili al dentista nell’approccio multidisciplinare (cioè partecipazione di più Specialisti Estetici del Viso), usando le immagini elaborate con i  software che, oltre ad essere visionate dal Paziente per rendere predicibile il risultato, saranno oggetto di una attenta analisi, visione e concertazione Multidisciplinare insieme allo Smile Designer.

Il tempo ed i costi utili a sostenere questo nuovo modus operandi di comunicare, sono il migliore investimento per gestire al top il delicato rapporto Medico/Paziente, entrambi protagonisti di un nuovo modo di rivolgersi all’Odontoiatria, cioè l’Estetica.