La sindrome da apnea ostruttiva è una patologia che ricorre durante il sonno ed è caratterizzata da crisi di apnea parziale o totale con ostruzione delle vie aeree superiori, riduzione dei valori della saturazione di ossigeno arteriosa con aumento dell'anidride carbonica.

A livello del palato molle e della base della lingua nascono russamento ed apnee del sonno

Aumenta la frequenza cardiaca dovuta all'arresto più o meno prolungato della respirazione,per l'interruzione continua del sonno e conseguente aumento della pressione arteriosa sistemica e polmonare.

Le caratteristiche dell'OSAS sono il russamento, il sonno agitato,la sensazione di soffocamento, xerostomia, dovuta alla respirazione esclusivamente orale piuttosto che nasale,le pause respiratorie con possibile sudorazione. Ne consegue che il poco sonno notturno non è sufficientemente ristoratore, con possibili episodi di sonnolenza diurna e depressione dell'umore.

In passato questo era un disturbo multidisciplinare, oggi, sempre di più, sono chiamati in causa i dentisti che, con dipositivi che mantengono la pervietà delle vie aeree posteriori alla lingua,spostando in avanti la mandibola ed aumentando la dimensione verticale dell'occlusione, riescono ad evitare apparecchiature più complesse e poco pratiche usate nel passato durante il periodo di riposo notturno.

Notevoli sono le implicazioni e le conseguenze diurne, non potendosi ritemprare col sonno necessario: mancanza di attenzione lavorativa,pericolo di addormentarsi alla guida dei veicoli,alterazione dell'indole caratteristica individuale, disturbi della concentrazione, della memoria, fino all'impotenza sessuale.