Il termine¬†gonalgia¬†√® un termine tecnico usato dagli specialisti del settore per indicare una condizione clinica¬†generica riguardante il ginocchio.¬†Gonalgia¬†√® un termine composto che significa, appunto,¬†‚Äúdolore al ginocchio‚ÄĚ; dunque √® un termine con cui si indica un sintomo, e non una patologia specifica.

Esistono diverse forme di gonalgia:

  • Gonalgia anteriore: il dolore riguarda la regione anteriore del ginocchio
  • Gonalgia mediale: si definisce tale il dolore che interessa la regione mediale del ginocchio, cio√® quella parte del ginocchio che¬†‚Äúguarda‚ÄĚ il ginocchio controlaterale.
  • Gonalgia laterale: il dolore riguarda la regione esterna al ginocchio
  • Gonalgia posteriore: il dolore si localizza dietro al ginocchio, in corrispondenza di quello che viene definito cavo popliteo.

 

Le cause di una gonalgia possono essere diverse:

  • da¬†trauma (contusione delle strutture molli e/o ossee);
  • da¬†sovraccarico funzionale¬†(posture scorrette, dismetrie degli arti, alterazione degli assi di carico, eccetera);
  • da¬†usura¬†delle strutture del ginocchio
  • da¬†lesione delle strutture¬†(lesioni meniscali, cartilaginee, ligamentose);
  • da¬†malattie infettive¬†(artriti);
  • da¬†malattie metaboliche;¬†
  • da¬†malattie reumatiche¬†(artrite reumatoide, artrite psoriasica, eccetera);
  • da¬†tumori¬†¬†

La diagnosi passa attraverso una valutazione clinica dello specialista (esame obiettivo) e gli accertamenti diagnostici opportuni.

Il primo esame che √® necessario eseguire in caso di gonalgia (e molto spesso anche il pi√Ļ importante) √® la¬†radiografia¬†per valutare i segmenti ossei (magari proiezioni¬†specifiche richieste dallo specialista di fiducia).

Altri esami eseguibili sono: 

  • Ecografia;¬†
  • Risonanza Magnetica;¬†¬†
  • TAC;

Questi esami servono per valutare le strutture articolari interne, i legamenti ed i menischi, da scegliere sulla base della indicazione dello specialista.  

Il percorso terapeutico è vario in base alla diagnosi, a ciò che scatena una gonalgia, alle richieste funzionali del paziente in questione (naturalmente variabili a seconda di età, sesso, stile di vita).