Una lesione del CLB (capo lungo bicipite) è una evenienza non infrequente nelle persone over 50. Le cause principali sono:

a) Diabete

b) Alcoolismo

c) Ipercortisonismo

d) Osteofitosi testa omerale o della doccia bicipitale

e) Ispessimento e sclerosi della guaina

f) Intrarotazione (azione di puleggia sulla piccola tuberosità-vedi fig 1).

 

Processi sinovitici e degenerativi da conflitto, procurano un danno strutturale che può condurre allo “strappo” completo in corrispondenza del ginocchio tendineo gleno-omerale (vedi fig. 1=ginocchio).

 

Cosa fare quando ci si trova di fronte ad una diagnosi di lesione del CLB?

E' possibile fare una semplice  TENOTOMIA  nei soggetti anziani (come preconizzato da tempo da Walch) oppure una TENODESI del c.l. bicipitale con tecnica artroscopica.

Boileau ha presentato la tecnica personale di tenodesi nel solco bicipitale con vite ad interferenza riassorbibile ed una interessante “sindrome da intrappolamento” del capo lungo bicipitale nel solco osteofibroso bicipitale, definita hourglass biceps, che può essere una fonte di dolore anteriore e limitazione della elevazione del braccio.

Ho sperimentato che il debridement procura miglioramento della funzione e riduzione del dolore. Questo mi ha indotto ad effettuare una tenotomia del CLB e valutare i risultati. Una  tenotomia del CLB in una lesione massiva della cuffia produce pessimi risultati post operatori. Una tenotomia del CLB in una cuffia integra o parzialmente integra produce buoni risultati.

Concludo asserendo che Il CLB è molto spesso causa di dolore, non va però mai dimenticato quali sono le sue funzioni: 

A) In un’articolazione con cuffia rotatori intatta

B) In un’articolazione con cuffia rotatori lesionata.

 

L'atteggiamento dovrebbe essere di conservarlo nei casi di lesione massiva della cuffia e di sezionarlo nei casi di cuffia integra.

(Lavoro pubblicato su "Annali Aitog")