Il maltrattamento dei bambini è il reato più vile e spregevole, perchè perpetrato verso soggetti deboli ed indifesi.

Purtroppo nella società moderna si verificano ancora episodi di abusi e maltrattamenti verso i bambini. Basti ricordare che il maltrattamento rappresenta la seconda causa di morte nei bambini di età compresa tra 1 e 6 mesi (dopo la SIDS o morte in culla) ed è sempre la seconda causa tra i bambini di età compresa tra 1 e 5 anni (dopo gli incidenti).

Le conseguenze del maltrattamento si ripercuotono sia sul corpo che sulla psiche. Determinano così arresto della crescita staturo ponderale, disturbi del sonno, dell'alimentazione, del comportamento potendo determinare anche ritardo psichico. Fortunatamente si è visto che questi disturbi migliorano non appena il bambino viene allontanato dall'ambiente in cui è maltrattato.

Il fenomeno maltrattamento non è solo dei nostri giorni e delle civiltà industrializzate. Gli aborigeni Australiani hanno l'abitudine di tagliare il prepuzio a tutti i maschietti. Nell'Africa meridionale le tribù di cacciatori tagliano sistematicamente il dito mignolo a tutti i bambini. Le tribù del Borneo applicano collari costituiti da dischi concentrici a tutte le bambine per allungarne il collo, mentre gli Indios della foresta Amazzonica perforano il setto nasale e i lobi auricolari a tutti i bambini.

Andando indietro nella Storia, ricordiamo episodi apotropaici, atti ad allontanare il male, come ad esempio: i Cananei sgozzavano e bruciavano i bambini in onore del dio Moloch. In Cina ed in Grecia vi era l'abitudine di sopprimere i bambini deformi o non desiderati.

Con la Costituzione Francese del 1793 e poi con l'accordo di Ginevra del 1925 vengono emanate le norme che regolamentano i diritti dei bambini riconoscendone le esigenze ed i bisogni affettivi e psicologici.

In conclusione possiamo dire che campagne di prevenzione del maltrattamento sui bambini dovrebbero far parte costante della educazione globale dei popoli della Terra, così come ammoniva il grande Albert Einstein: "non esistono grandi scoperte nè reale progresso finchè sulla Terra esiste un bambino infelice..."

 

Riferimenti bibliografici

Il maltrattamento infantile VTrombaCMorettiEDi Renzo pediatria P e S n3 2012

Van Gennep A I riti di passaggio 1981