Ovvero come sviluppare la fiducia nelle relazioni

La paura dell’intimità spesso porta a nascondersi dietro muri emotivi. Le coppie che si trovano a dover  affrontare  questo problema  devono, prima  di  tutto, sviluppare  la fiducia reciproca  e contemplare il rischio di poter essere vulnerabili nella relazione con il partner.

Semplice in teoria, ma più difficile nella pratica…

Per superare  la  paura dell’intimità è importante  essere capaci di  essere  se stessi  nel rapporto con il proprio compagno o la propria compagna, poter condividere con l’altro ciò che si pensa veramente, ciò in cui si crede e, non da ultimo, ciò che si sente e si sperimenta sul piano emotivo. Si tratta di aprire il cuore e la mente lasciando  che l’altro faccia lo stesso. L'idea dell’intimità richiama quindi il concetto di autenticità, in quanto entrambi richiedono di rivelare il proprio vero sé.

L'intimità può esporre ad un rischio, ed è per questo che spesso si sviluppa il timore di entrare in un rapporto intimo con un’altra persona. È quindi un’esperienza abbastanza comune che può essere collegata alla paura di impegnarsi a lungo con un altro, anche se non sono esattamente la stessa cosa: si può essere, infatti, fidanzati o sposati, ma non per questo emotivamente intimi.

Superare la paura dell’intimità permette di creare dei legami autentici sia sul piano emotivo che fisico e trarre l’appagamento necessario nelle relazioni interpersonali.

Ecco uno spunto per capire come ci si colloca rispetto a questo tema.

1 - Che segnali indicano che si ha paura dell’intimità? Spunti per l’auto-osservazione:

• rifiutare intenzionalmente di condividere informazioni personali con l’altro;

• ritrarsi quando gli altri parlano dei propri pensieri e sentimenti; proteggere se stessi spesso rivela la paura di instaurare un legame più profondo;

• sperimentare sentimenti di rabbia o di sconforto quando gli altri esprimono i propri pensieri e le proprie opinioni;

• avere difficoltà a lasciarsi andare a manifestazioni  di affetto con i propri cari.

Non bisogna però dimenticare che alcune persone tendono ad esprimere i loro sentimenti in un modo più riservato e ciò non indica necessariamente una paura dell'intimità.

 

2 - Suggerimenti per superare la paura dell’intimità:

• riconoscere la propria tendenza a nascondersi dietro muri emotivi, che si tratti di ritirarsi silenziosamente da parte o di essere troppo espansivi e loquaci. Il primo passo prevede l’acquisizione della capacità di vedere se stessi oggettivamente,

• nascondersi non significa solo rimanere in silenzio; si può nascondere il vero io ed apparire ancora socievoli ed estroversi,

• notare quando ci si sta nascondendo, e consapevolmente decidere se si desidera continuare; quando si sta cercando di superare la paura dell'intimità, è necessario decidere un momento in cui ci si sente pronti ad aprirsi, senza per questo dover rivelare subito ogni cosa di sè;

• provare a dire al partner che ci si sente a disagio a parlare liberamente dei propri pensieri; è importante imparare a  condividere il disagio e la paura, soprattutto con qualcuno che si ama perché può aiutare ad allontanare i sentimenti negativi che vengono così dissipati;

• condividere un solo pensiero alla volta, procedendo a piccoli passi con persone di cui ci si fida;  aprire se stessi agli altri gradualmente potrà diventare un'abitudine e una modalità assodata di relazionarsi.