Scienziati alla Wellcome Trust hanno trovato un legame fra il numero di amicizie su Facebook (FB) e la dimensione di alcune aree cerebrali. Altri ricercatori alla University College London hanno inoltre mostrato che tante più amicizie si hanno su FB, quante più se ne hanno nel "mondo reale".

Gli studiosi sottolineano con forza di aver trovato solo una correlazione e non una causa, tuttavia. In altre parole non è possibile sapere al momento se avere più amici su FB fa crescere quelle aree cerebrali o se la loro dimensione già grande fa sì che si abbiano più amici.

Lo studio ha coinvolto 125 studenti, tutti utenti attivi di FB, sottoposti a scansione cerebrale, mostrando che la quantità di materia grigia in aree come l'amigdala, il solco temporale superiore destro, il giro medio-temporale sinistro e la corteccia entorinale destra era correlata direttamente con la dimensione delle reti del social network. Fra queste aree, la dimensione dell'amigdala è stata vista essere direttamente correlata anche con le reti di amicizie nel mondo reale, cosa che non è risultata vera per le altre. Lo studio è stato poi ripetuto su un altro gruppo di 40 studenti, generando gli stessi risultati.

Concludono i ricercatori: "I nostri risultati suggeriscono che gli utenti di FB utilizzino però il social network per sostenere e mantenere le loro amicizie nel mondo reale, più che per crearne di nuove".

Fonte:
R. Kanai, B. Bahrami, R. Roylance, G. Rees. 2011. Online social network size is reflected in human brain structure. Proceedings of the Royal Society B: Biological Sciences.