Oggi si celebra la giornata internazionale contro la violenza sulle donne e molte sono le manifestazioni in proposito, che purtroppo però si esauriranno al calar del sole.

Esistono invece due meritevoli iniziative, basate soprattutto sul volontariato e sostenute dalle rispettive amministrazioni provinciali, che ogni giorno dell'anno si occupano in concreto di combattere tali anacronistici soprusi. Desidero segnalare infatti che da due anni, nell'ambito della sede astigiana della Croce Rossa Italiana è nato L'ORECCHIO DI VENERE, un centro di ascolto, accoglienza (la cosiddetta "casa segreta"), orientamento e sostegno (psicologico, legale e socioassistenziale) rivolto a chi attraversa esperienze di violenza subita, praticata o assistita. Il suo scopo primario è quello di rispondere alle richieste di aiuto di donne vittime di violenza domestica e sessuale, essendo collegato anche al numero di emergenza anti-violenza nazionale 1522.

Da più tempo a Torino esiste uno sportello telefonico denominato TELEFONO UOMO per l'ascolto del disagio maschile che ha lo scopo di lavorare per la prevenzione della violenza, soprattutto domestica (il 95% della quale resta sommersa), contro donne e bambini.

 http://www.cerchiodegliuomini.org/telefono-uomo.html

L'Orecchio di Venere: tel. 0141-18.55.172 (attivo 24 h su 24)

Telefono Uomo: 011-247.81.85