La nostra cultura è piena di miti sulla sessualità sia maschile che femminile.

Molti uomini, nel seguire questi miti, possono sentirsi inadeguati e insicuri ma continuare nella continua ricerca del mito che potrà ridare loro quella sicurezza che comunque non hanno già di base. Ed ecco che cominciano ha credere di doversi comportare in un modo o nell’altro altrimenti non rientrano in quella fascia speciale di super uomini o super donne. Nessuno si fida di sé, delle proprie sensazioni, delle proprie emozioni ma tutti si fidano dei miti e quelli sulla sessualità sono molto radicati. Quindi, è importante prendere il toro per le corna altrimenti questa storia non finirà mai. Le dicerie, le chiacchiere hanno un grande potere ma questo potere nasce dall’ignoranza. Molti studi scientifici, infatti, hanno documentato che la mancanza di informazione sui temi della sessualità è la causa più importante per la creazione e il mantenimento dei miti sul sesso. In effetti, questi miti portano alcune persone a evitare il sesso o a sentirsi in obbligo di avere certi comportamenti. Tutto ciò non può che contribuire a creare problemi sessuali anche quando questi problemi di base non esistono.

 

E’ vero che la disfunzione erettile è un indice di minore virilità?

 

Questo non è un mito ma è molto di più. La virilità di un uomo non può essere misurata sulla base della rigidità del suo pene. Moltissimi uomini nel momento in cui sentono di avere difficoltà nell’erezione pensano di non essere più uomini. Identificano l’erezione all’essere maschio o uomo e non si pongono minimamente il problema che quella erezione potrebbe essere ad esempio la conseguenza di un conflitto all’interno della coppia. Si abbattono rischiando di deprimersi solo perché non riescono ad uscire fuori da questa situazione. Si addossano tutte le colpe passivizzandosi sempre di più verso la loro compagna con delle conseguenze distruttive per loro stessi. Così facendo non solo non risolvono il problema ma accentuano e mantengono la loro difficoltà sessuale. E' vero tuttavia che la disfunzione erettile incide pesantemente sulla relazione di coppia, e che una sessualità efficiente e appagante è un presupposto fondamentale per il benessere psicologico. Tuttavia è possibile che quel benessere psicologico sia in crisi e la mancata erezione vuole essere un segnale forte di qualcosa che noi non riusciamo a vedere o non vogliamo vedere. L’uomo non è la sua erezione e la sua virilità si misura in molti modi. L’uomo non è il suo pene!