In questi ultimi giorni ascoltavo in Tv che i Social Network sono i mezzi attraverso i quali si tradisce maggiormente.

Sembra ormai che il tradimento sia diventato un hobby da aggiungere ai molti altri. Un hobby seguito dalle donne e dagli uomini. Un hobby “piacevole” da seguire nel tempo libero dove il piacere del corpo raggiunge “forse” vette estreme.

Il tradimento sia che lo faccia un uomo o che lo faccia una donna ha sempre un suo perché ma a volte la motivazione non è molto chiara. Spesso non si tradisce una volta soltanto ma molte altre volte e così per settimane, mesi e anni senza mai chiedersi il senso di quei continui tradimenti.

Tuttavia, sembra, confrontandomi con alcuni miei colleghi,che la situazione stia, almeno per alcuni uomini, un po’ cambiando. Sempre più infedeli si rivolgono ad uno psicoterapeuta perché stanchi di tradire. Avete capito bene: stanchi di saltare da un letto all’altro o di dover accontentare le esigenze dell’una o dell’altra. Ma stanchi soprattutto di fuggire da una situazione di coppia che non vogliono affrontare e che continuamente rimandano.

Sempre più uomini, infatti, hanno deciso di non tradire più e si rivolgono ad uno psicoterapeuta per farsi aiutare a capire i motivi dei loro continui tradimenti. Hanno deciso di “vedere” cosa non accettano della loro compagna ma soprattutto cosa non accettano di se stessi.

E, i motivi che emergono nelle loro fughe di coppia riguardano problematiche legate alla comunicazione con il partner (difficoltà nel chiedere affetto, difficoltà ad essere compreso…) ma anche mancanza di sensualità ed eroticità da parte della partner. Ma ciò che maggiormente evidenziano nella loro richiesta d’aiuto è l’essere aiutati ad affrontare “una sensazione di vuoto” nel momento in cui smettono di tradire.