Gioco

Domenica 29 aprile 2012

10.00 fino a 12.00

Viale Isacco Newton 71 pal B int. 11 00151 Roma

 

Sono aperte le iscrizioni ai Gruppi mensili di approfondimento sulla tema della Genitorialità, per una genitorialità competente.


 

Primo incontro il 29 aprile, domenica dalle 10 alle 12.
Ogni incontro, con cadenza mensile, ha un costo di 35 euro individuale o 50 euro a coppia.
Gli incontri sono rivolti a genitori di ragazzi di tutte le età, single o in coppia.

 


 

Essere Genitori: quali competenze, quali orientamenti?

Educare, dal latino e-ducere - condurre fuori, nel senso di crescere, sviluppare le potenzialità cognitive e psicologiche dei nostri figli, preservandoli dalle inclinazioni negative, non è sempre facile. Nel percorso di crescita dei nostri figli siamo chiamati personalmente a rivedere e ripercorre le nostre tappe evolutive per essere in grado di evolvere ed adattare i nostri stili di intervento, in armonia con le richieste ed i bisogni dei ragazzi. Ci troviamo spesso di fronte a comportamenti non previsti che riprendono le logiche passate dei nostri genitori e che mai avremmo voluto interpretare. Altre volte i nostri figli ci sorprendono o ci fanno arrabbiare, e non sappiamo come gestire al meglio queste dinamiche relazionali. Altre ancora ci mettono di fronte ai nostri limiti e questo ci sprofonda in una sensazione di impotenza o peggio ancora stimola in noi posizioni difensive che portano alla svalutazione dei nostri ragazzi. Come affrontare queste dinamiche, che fare. Il confronto con altri genitori è sempre un buon punto di partenza ma diventa sempre più importante, con l’aumentare della complessità della vita attuale, mettersi in condizione di conoscere noi stessi sia come individui che come persona nella coppia. Affrontare e ri-conoscere le nostre dinamiche di relazione ma anche ri-trovare noi stessi “bambini”, attraverso un percorso individuale di consulenza alla coppia genitoriale o in gruppo con altri genitori, ci mette in grado di ascoltare ed interpretare i comportamenti e le richieste, spesso latenti ed altrimenti difficilmente leggibili, dei nostri figli.