Il tradimento, oggi, sembra essere quasi una terza modalità di stare in coppia!

Che siano scappatelle occasionali, stabilmente presenti nella vita delle coppie, seriali, compulsivi, stagionali, vacanzieri, i tradimenti sembrano non essere assenti dal percorso della vita della coppia, che anche se attenta e complice, stenta dall’essere immune dalla scappatella.

Molti studi di psico-sessuologia, si sono stabilmente occupati del tradimento, delle motivazioni, non sempre lineari, consce ed inconsce, che muovono le fila degli adulteri ed hanno soprattutto analizzato il “dopo” tradimento, momento topico e dolorosamente destabilizzante per la coppia.

Quanti tipi di tradimento esistono e quali sono le motivazioni che stanno alla base della famigerata scappatella? Amanti fissi ed amanti saltuari, occasionali, amorose meteore, vediamo cosa succede realmente.

Amanti fissi, stabilmente presenti tra le giornate e le lenzuola dei coniugi, sono spesso “amanti supportivi”, consolatori, con cui il coniuge divide e condivide messaggi, email, pensieri, emozioni, fantasie, quotidiano ed ovviamente talamo.

Questo tipo di amante, si accompagna alla coppia nel tempo e, spesso negli anni, diventando quasi uno di famiglia, conosce tutto del\lla partner, abitudini, orari, figli, spazio-tempo, sembra infatti muoversi con grande disinvoltura tra le mura simboliche della coppia, come se avesse imparato a memoria le “istruzioni guidate” per evitare complicanze, compromissione degli equilibri ed ovviamente guai relazionali ed orizzontali.

Un’altra categoria di amanti, sono quelli occasionali:
questi appaiono, come meteore nella vita degli adulteri, ed assolvono una funzione rivitalizzante il talamo principale, rappresentano una strategia per esorcizzare la paura della vecchiaia, della morte e colorano di rosa e di rosso, le giornate ed il quotidiano.

L’avventura infedele, è determinata dal desiderio di evasione dalla routine e dal talamo coniugale, dal piacere della conquista, dal desiderio imperante di erotizzazione della vita.
Questa categoria di amanti, appartiene alla categoria della “sacappatella mordi e fuggi”, senza troppi strascichi emozionali ed erotici.
Chiusa la relazione, spesso di breve durata, anche testa e cuore seguono a ruota, dando via ad una cancellazione dell’altro\a in fase post-orgasmica.

 

Cosa si cerca realmente nel tradimento?

Il tradimento, assolve spesso a svariate “funzioni di tipo compensatorio”, dalla salvazionistica fantasia di salvare un matrimonio annoiato, in crisi o che naviga già in brutte acque, al tentativo vano e falso di superare momenti difficili e topico individuali e di coppia, al bisogno estremo di emozionarsi ancora, alla piacevole e rassicurante ricerca di cure, carezze, attenzioni e passionalità ed eroticità smarrita tra la noia ed il fagocitante quotidiano, a tantissimo altro.

Diventa indispensabile, dal punto di vista clinico, comprendere il “significato” che il tradimento assume all’interno delle dinamiche della coppia, soprattutto nel segnalare la crisi.
Oggi è difficile non incontrare il tradimento nel difficile percorso di una coppia, per cui occorre una nuova preparazione, sia per capirne le dinamiche, che per affrontare questo evento.