Uomini e donne,vivono il mondo dell’eros e l’arte dell’amore,con modalità totalmente differenti.
 La sessualità femminile è una sessualità complessa,cerebrale ed emozionale,meno genitalica di quella maschile.
 Anche nel palcoscenico sensoriale vi sono differenze; tra i cinque sensi che possono essere adoperati sotto le lenzuola ,quelli particolarmente attivati dall’universo femminile ,sono l”’udito “,associato molto spesso, alla tendenza alle” verbalizzazioni” durante l’intimità,e
 l’ utilizzo di un“patrimonio olfattivo” capace di evocare ricordi,sensazioni e passioni..
 Gli uomini sono indubbiamente più “ tattili” e “visivi”.
 Le divergenze sessuali,se non integrate da un buon livello di comunicazione sulla sessualità e da un saldo legame di coppia,con l’andare del tempo portano ad una corrosione del legame e dell’intesa. Questo bagaglio di caleidoscopiche differenze,si trasferisce in camera da letto,creando un’accentuazione dei litigi,acredine ,insofferenza ed insoddisfazione reciproca ed ovviamente alla lunga, un calo del desiderio sessuale.
 Le diversità sessuali,possono diventare un arricchimento dell’universo coppia e non obbligatoriamente  un attacco all’intimità.
La terapia psico- sessuologica , lavora sull’integrazione delle differenze e,sulla valorizzazione dei rispettivi patrimoni sensoriali,migliorando il dialogo e la complicità di coppia.
Una buona e sana sessualità funge da amplificatore emozionale , rappresenta una riserva energetica per la coppia,nutre il piacere di riscoprirsi ,di stare insieme e,soprattutto crea una boa di galleggiamento per le possibili mareggiate della vita a due !