amore eterno e chatRecentemente l'accademia nazionale delle scienze (nasonline.org) ha pubblicato i dati di una ricerca secondo la quale le coppie nate online durano di più, sono più felici e più capaci di amare nel tempo.

Nell' immaginario comune, però, le cose cambiano notevolmente, la considerazione è che “amore” e “web” siano l'uno il contro altare dell'altro.

L'amore prevede intimità, tatto, sguardo ed olfatto, il web invece sembra esercitare un ruolo quasi metafisico dove l'approccio immediato e disinibito attraverso un monitor, favorisce l'idealizzazione dei sentimenti, del romanticismo e la mancanza di barriere emotive, lascia spazio ai desideri più nascosti. Tutto questo naturalmente a discapito di sensazioni vere, tangibili, reali, fisiche e mentali.

La ricerca in questione, sembra sfatare questo luogo comune e conferma che in realtà online, i potenziali partners si sentono più liberi di essere loro stessi, sviluppano e mantengono comportamenti improntati ad autenticità, oltre ad essere meno timidi ed impacciati.

 "La ricerca dell'anima gemella ha cambiato veste adattandosi ai tempi dell' etere”

Negli anni novanta, le anime sole, si recavano presso le "agenzie matrimoniali", luoghi deputati all' accoglienza ed alla ricerca del potenziale partner perfetto o quantomeno consono alla vita di coppia. Oggi le vecchie agenzie, transitano nel web, diventando "siti per incontri", luoghi "invisibili e riservati" per facilitare conoscenze e per lenire solitudini sentimentali.

I siti per incontri, rappresentano un mercato in crescente aumento:
in Italia 2,8 milioni di utenti utilizzano i portali per single, mossi dalla segreta speranza di incontrare l' amore eterno.

Alcune considerazioni entrando nel dettaglio della ricerca

La ricerca è stata condotta su 2000 matrimoni avvenuti tra il 2005 ed il 2012.

Uno studio longitudinale ha dimostrato che il tasso di divorzi è maggiore per le coppie che si sono conosciute nel reale, con dati che attestano il 5,9 per cento dei divorzi per le "coppie virtuali", contro il 7,6 percento delle coppie formatesi nel reale.

Quali sono le dinamiche che abitano gli amori via web?

Chi frequenta assiduamente i siti per incontri è solitamente afflitto da una "solitudine mascherata", trattasi di uomini e donne "sole", più che "single", che delusi ed amareggiati dalle pregresse esperienze, decidono di traslare le loro aspettative ed i loro desideri, dal mondo reale al mondo virtuale.
I protagonisti di questa ricerca, immaginano di avere una nuova opportunità nella vita, sperano di innamorarsi realmente e di vivere la fortunata esperienza di essere sedotti da “altro”, oltre che dal semplice aspetto fisico.

Nel loro immaginario, emozionalmente più predisposti, mettono a nudo la propria anima, preparandosi ad incontrare il vero Amore, l'amore desiderato e mai incontrato nella vita reale.

Rischi ed effetti collaterali degli amori in chat

Non sempre poi, aspettative e realtà si incontrano e non sempre il virtuale coincide con il reale.
La seduzione dell' etere, spesso funge da "amplificatore emozionale" e la distanza fisica unitamente alle proibizioni correlate all'incontro, estremizzano ogni forma di desiderio.

La ricerca dimostra che non bisogna avere pregiudizi circa gli incontri avvenuti online, può infatti accadere che un tuffo al cuore stravolga la vita dei protagonisti di questi "amori" e che un incastro perfetto, tra immaginario e realtà, si trasformi poi, in un' "alchimia emozionale" durevole per il resto della vita.
Le dinamiche di una coppia, che nasce a casa di amici, al bar o via etere, sono tante e tali, che generalizzare è veramente impossibile e toglierebbe valore al suo unico ed irripetibile patrimonio psichico, emotivo ed erotico.