Quando l’amore diventa un ossessione o dipendenza non si vive più, tutta la nostra vita viene condizionata da pensieri fissi e da attese estenuanti di messaggi e telefonate.

L’ altro che in certi momenti sembra essere la salvezza al nostro vuoto e dolore interiori, si trasforma nella persona che più ci fa soffrire, delude ed offende.

Spesso arriviamo ad un vicolo cieco, e ci rendiamo conto che il nostro amore è malato e non riusciamo ad uscirne.

Ci chiediamo se ci libereremo mai da questo sentimento o se ci perseguiterà per tutta la vita, se potremo mai amare un altro uomo o un'altra donna.

silvia.rotondi_amore_dipendenza-1Il lavoro psicologico in questi casi, costituisce un delicato e impegnativo momento di costruzione di una relazione terapeutica con obiettivi riparativi di vecchie ferite.

Negli incontri psicologici, il paziente ha la possibilità di liberarsi di pensieri, che spesso gli circolano nella testa senza trovare mai una risposta definitiva.

In alcuni casi è possibile fare un percorso di coppia, in altri questo aspetto viene a mancare perché è avvenuta una dolorosa o forzata separazione; ed esiste un rifiuto da parte di uno dei partner ad impegnarsi in un qualsiasi comune progetto.

In quest’ultimo caso, il dolore è ancora più profondo, perché a cercare aiuto è spesso la persona che più sta soffrendo e che si è sentita usata e manipolata dall’ altro e poi messa da parte.

L’occasione di un incontro con un professionista psicologo, può costituire, quando la persona lo voglia non solo il contesto entro cui sentire accolto il proprio dolore, ma un momento di crescita personale, in cui ripercorrere le esperienze significative della propria vita. Intraprendere un percorso psicologico vuol dire farsi aiutare ed essere sostenuto nel rinarrare la propria storia familiare, ri maneggiare vecchi dolori che spesso trovano nuove vie di condivisione.

Amare in modo sano non solo è possibile, ma lo è anche ritrovarsi, sentirsi amati e a proprio agio in una relazione soddisfacente e in cui possiamo anche permetterci di rilassarci.