Una situazione tipica nelle relazioni è quella nella quale la donna di lamenta di dare molto senza ricevere in cambio sentendosi frustrata nella relazione. Ci sono delle spiegazioni perchè questo avviene.

fabrizio.mardegan_perche_lui_non_mi_rispetta

Infelicità nella relazione

Entro spesso in comunicazione con persone che si trovano costantemente abusate emotivamente dai partner. Ad esempio donne che hanno compagni per i quali fanno tutto e si sacrificano per soddisfare i loro bisogni per poi ricevere alla fine disprezzo, perdita di rispetto e negligenza da parte degli stessi uomini dei loro bisogni.
Queste persone spesso non si capacitano del fatto che i partner possano essere così insensibili e cercano di dare sempre di più nella speranza di venire un giorno riconosciute ed apprezzate: la brutta notizia è che questo non avverrà e che la relazione finirà con grande frustrazione e dolore da parte di queste donne.

 

Le cause

Spesso queste donne hanno avuto un genitore che metteva i suoi bisogni emotivi al primo posto a causa del suo malessere psicologico (spesso la depressione). Il bambino quando vede che la mamma ad esempio sta male, fa di tutto per cercare di farla stare bene perchè così lei soddisferà i bisogni di lui. Continua a sacrificarsi emotivamente e a sperare che la mamma stia meglio definitivamente ma questo non avverrà mai. I problemi della madre derivano infatti a sua volta dalla sua famiglia di origine e l'unico modo per gestirli è tramite un aiuto psicologico esterno.

 

I sensi di colpa tossici

Tuttavia il bambino quando vede che i suoi sforzi non sono sufficienti a "guarire" il malessere della mamma, si convince che è colpa sua. Che non ha fatto abbastanza. Che non è stato abbastanza. Che doveva fare di più. E forma dei sensi di colpa che porta con sè in età adulta. Questo lo porterà appunto da adulto ad essere attratto da un partner dal quale non si verrà mai riconosciuti nonostante tutti i propri tentativi di farlo contento.

 

E' una situazione tipica

E' una situazione estremamente tipica nelle relazioni amorose: la donna codipendente che è attratta da un uomo narcisista.

La donna codipendente è portata a sentire automaticamente che i bisogni degli altri sono più importanti dei suoi. Quasi che solo i bisogni degli altri sono importanti, mentre i suoi non valgono. Questo perchè è come ha vissuto l'amore nell'infanzia. E' il tipo di amore che conosce e per la quale è attratta. Così sarà appunto attratta da uomini che mettono i bisogni degli altri sempre dopo i propri. Che considerano se stessi "grandiosi" e importanti e che disprezzano gli altri e i loro bisogni. E, l'uomo narcisista, trova appunto nella donna codipendente l'unica tipologia di partner disposta a mettere i bisogni di lui sopra tutto il resto. Questo può arrivare al punto in cui la donna vive, agisce e si comporta in base alle reazioni e agli umori dell'uomo. La donna può arrivare cioè ad avere come ragione di vita, come unico motivo che la faccia sentire viva, quello di soddisfare i bisogni di lui.

 

L'autostima ferita

In entrambi, codipendenza e narcisismo, sono presenti profonde ferite dell'autostima avvenute nell'infanzia. Abbiamo spiegato le dinamiche per la codipendenza. Per quanto riguarda il narcisismo, la persona ad un certo punto ha deciso che aprirsi agli altri fosse troppo pericoloso e ha deciso di fidarsi solamente di se stessa assumendo atteggiamenti di distacco e di superiorità.

 

Cosa fare

Per le persone, solitamente donne, codipendenti è necessario intraprendere un percorso volto a dare gli strumenti mentali ed emotivi per arrivare a sentire i propri bisogni come importanti e quindi per ristabilire un'autostima che è troppo bassa. I narcisisti hanno bisogno di fare lo stesso nel senso opposto, solo che tipicamente non sono inclini a riconoscere e accettare di avere un problema. Per approfondire puoi leggere il report gratuito che ho scritto "Trovare la Serenità" cliccando quì