“Se sei salito a bordo del treno sbagliato,
non ti serve a molto correre lungo il corridoio nella direzione opposta.”
Dietrich Bonhoeffer

Ogni giorno della nostra vita, portiamo avanti dei progetti, grandi o piccoli e nel farlo, incontriamo degli ostacoli. Sembra che, ogni volta, ci sia un problema da risolvere e, in alcuni momenti, sentiamo di non farcela proprio più.

Dalle piccole faccende quotidiane fino alle più importanti questioni personali, i problemi ci saranno sempre e non tutte le volte scegliamo di affrontarli.

Alcuni di noi si arrabbiano, altri si disperano e altri ancora cercano di evitarli.

 

Ma è davvero tutto quello che si può fare?

Non so se avete mai sentito l’espressione “non ci sono problemi, solo opportunità”, probabilmente sì e avrete anche pensato che fosse una sciocchezza.

Questo accade perché siamo stati abituati a desiderare di non avere problemi e quando ne abbiamo, vorremmo semplicemente possedere una bacchetta magica per farli sparire.

Così, con il passare del tempo, diventiamo sempre meno tolleranti di ciò che ci accade nella vita, che appare come un susseguirsi di eventi negativi che ce la complicano, o addirittura, rovinano.

Così, quando si presenta una situazione difficile, ci abbattiamo e iniziamo a pensare di essere sfortunati, di non potercela fare e che la vita sia solo una strada in salita.

Naturalmente, provare queste sensazioni di tanto in tanto è assolutamente sano, ma il rischio è di lasciarsi trascinare dal pensiero negativo, finendo per temere i problemi più del dovuto.

 

Allo stesso modo, un atteggiamento costruttivo non è quello di fare i salti di gioia o di restare indifferenti di fronte alle difficoltà, ma, dopo un primo impatto, è quello di riuscire a trovare la razionalità che serve, per analizzare il problema e affrontarlo.

Infatti, senza prove da superare non potremmo testare i nostri limiti, imparare dai nostri errori e muoverci in avanti. L’esistenza è complessa ed è proprio questa complessità a renderla tanto imprevedibile quanto interessante da vivere.

Se non possiamo accettare questo, non stiamo accettando la vita; è solo abbracciandola interamente nel bene e nel male che potremo trovare le opportunità dove prima vedevamo solo la distruzione.

 

Da dove iniziare?

  • Concentratevi nel cercare soluzioni. Quando pensate ai problemi, continuerete a trovarne; quando pensate alle soluzioni, troverete, invece, le opportunità.

  • Guardate il lato positivo. Un problema è qualcosa che etichettate come indesiderato e dannoso, mentre l’opportunità è benvenuta perché pensate di trarne vantaggio; la differenza tra problema e opportunità è che cosa pensate e fate di ciò che si presenta.

  • Osservate il problema e descrivetelo con nuove parole e anche se non troverete subito delle soluzioni, concentratevi sul fatto che potrete risolverlo, guadagnando così la sicurezza e la forza di farlo davvero.

  • Coltivate una visione d'insieme. Finché guarderete il problema da troppo vicino, non sarete in grado di comprendere in pieno la situazione. Allargate il vostro sguardo cercando di descrivere il problema da più punti di vista.

  • Ascoltate ciò che gli altri hanno da offrire. Non potete fare tutto da soli e, a volte, bisogna saper chiedere aiuto anche per trasformare un problema in opportunità.

  • Lavorate su voi stessi. Se vi rivolgete commenti privi di stima, non troverete la grinta e la lucidità per prendere in esame la situazione, ma vi limiterete a prestare attenzione a ciò che pensate di non poter fare, “Perché non sono capace, perché non valgo niente” e la paura non vi permetterà di sperimentarvi e scoprire nuove strategie per affrontare gli eventi.

  • Non rimandate. Evitare o fingere che il problema non ci sia, peggiorerà le cose, inquinando anche altri aspetti della vostra vita. Non possiamo risolvere tutto ma ciò non significa che non possiamo comunque trarne vantaggio.

 

Ricordatevi che, cercare di evitare il cambiamento è faticoso e distruttivo, perché si oppone al naturale fluire della vita, invece, trovate forza ed entusiasmo per riaccendere la curiosità e l’apertura nei confronti del mondo e per affrontare la quotidianità con una visuale del tutto diversa e sempre originale.

E voi, che cosa ne pensate? Che cosa v'impedisce di prendere un problema e trasformarlo in opportunità?