Vaccini, complotti e pseudoscienza
di Marco Cappadonia Mastrolorenzi

 

       Il 30 novembre 2015 è uscito un libro fondamentale per comprendere le motivazioni e le implicazioni che stanno alla base del calo delle vaccinazioni in Italia, come riportato anche dal portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica, a cura del Centro Nazionale di Epidemiologia, Sorveglianza e Promozione della Salute.

        Il volume è stato presentato il 16 dicembre presso la Facoltà di Medicina dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata, con la partecipazione straordinaria dello scrittore, divulgatore scientifico e presentatore televisivo Piero Angela.

        Nonostante le rassicurazioni della comunità scientifica, si sono diffuse, negli ultimi anni, soprattutto attraverso i canali web, informazioni allarmistiche sulla presunta pericolosità di alcuni vaccini, nello specifico della trivalente Morbillo-Parotite-Rosolia (tacciati del rapporto causa-effetto con l'Autismo): azioni destabilizzanti portate avanti dai gruppi antivaccinisti, con il risultato negativo che non poche famiglie hanno pensato di non vaccinare i propri figli, compiendo scelte pericolose per la salute pubblica.

        Se infatti si dovesse scendere sotto la copertura vaccinale, malattie oggi non più pericolose, grazie proprio ai vaccini, potrebbero tornare; non si tratta quindi soltanto di una scelta individuale ma riguarda la collettività. Walter Ricciardi, direttore dell’Istituto Superiore di Sanità, ha specificato, sul sito dell'Istituto, come in Italia il numero dei bambini vaccinati per le principali malattie stia scendendo al limite della soglia di sicurezza. I vaccinati per poliomielite, tetano, difterite ed epatite di tipo B sono scesi al 95 per cento, mentre quelli contro morbillo, parotite e rosolia sono arrivati all’86 per cento e sono, ulteriormente scesi di oltre 4 punti percentuali in un anno (http://www.ilpost.it/2015/10/06/preoccupanti-vaccini-italia/).

 

        Il libro di cui parliamo - Vaccini, complotti e pseudoscienza, tra fobia disinformazione e consapevolezza, € 15.00 - è il primo volume di una nuova, straordinaria, collana di divulgazione scientifica, Scientia et causa, pensata e curata da Armando De Vincentiis per il Gruppo C1V edizioni, con lo scopo di fare chiarezza su alcuni argomenti di cui troppo spesso si fa confusione, e si capirà, attraverso studi specifici, cosa è davvero cancerogeno per l'uomo, quali intolleranze alimentari sono reali, cos'è la sindrome da alienazione parentale, cosa è bene sapere sulla sperimentazione animale, quali sono i meccanismi perversi del cosiddetto giornalismo pseudoscientifico e quali le trappole comunicative, cosa succede nelle comunità carismatiche, quali follie e misteri nascondono taluni delitti irrisolti, quali miti vi sono da sfatare sull'uso degli psicofarmaci, cosa c'è di vero nella presenza degli spiriti, se la fisica quantistica (espressione spesso usata a sproposito) possa davvero darci la chiave per decodificare dimensioni ignote, quando e perché la scienza finisce (talvolta) in tribunale.

        Il libro, oggetto di questa recensione - prefato da Silvio Garattini, Direttore dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri di Milano - è un lavoro a più mani da parte di scienziati, medici, giornalisti e divulgatori scientifici per affrontare, in modo diretto, l'argomento vaccini, spiegando, con chiarezza e specificità, come nasce la falsa credenza nella pericolosità attribuita a questi farmaci che rappresentano, proprio per dirla con Garattini, uno dei principali vanti della ricerca di tutti i tempi.

        Apre la strada lo scritto di De Vincentiis il quale spiega cosa scatta nella mente di un complottardo che vede cospirazioni ovunque, nutrito dalla radicata convinzione che il qualcuno che conta non dica la verità per occulti interessi economici e che dietro ogni verità ufficiale vi siano gli interessi sporchi delle potenti società farmaceutiche.

        Nel libro si trattano punti fondamentali sulla questione: si riflette sulla strategia comunicativa migliore per correggere le false credenze sulla pericolosità dei vaccini, errori dovuti alla disinformazione giornalistica e alle amplificazioni presenti nel web; si ricostruisce, per filo e per segno il caso Wakefield che ha dato origine alla scellerata campagna antivaccinista contro la trivalente MPR come nesso causale con la patologia autistica.

        Dopo una riflessione su come si vivrebbe in un mondo senza vaccini e sul sistema immunitario del neonato in età vaccinale, si passa alla ricerca sistematica di un'informazione seria che possa, attraverso dati e studi scientifici, comunicare correttamente la scienza e dare le giuste indicazioni circa l'importanza delle vaccinazioni in età pediatrica (per eclissare ogni mito nefasto sull'argomento).

        Chiudono i battenti uno scritto che ricostruisce l'importante storia delle vaccinazioni e del loro contributo alla scienza e un testo che si addentra nei meandri della pseudoscienza e negli ingranaggi del metodo scientifico per focalizzare il pericolo reale e presente di un nuovo oscurantismo e dell' analfabetismo di ritorno.

        Un libro unico nel suo genere, con i contributi di Sergio Della Sala, Sara Pluviano, il curatore della collana Armando De Vincentiis, Silvano Fuso, Edoardo Altomare, Paolo Attivissimo, Giovanni Ragazzini, Cristina Da Rold e gli studiosi dell'Associazione Nazionale dei Ricercatori Italiani (Irene Maja Nanni, Alessandra Iero, Erica Repaci, e Silvia Licciulli).

        Un testo fondamentale, dunque, che contribuisce a chiarire quali siano i danni causati dall'informazione fai da te perché diventa basilare informare le persone in modo corretto, con chiarezza e forza e rammentare che i vaccini non sono solo tra i farmaci più controllati e monitorati in assoluto, ma che diventa importantissimo vaccinarsi per non scendere sotto la cosiddetta copertura di gregge ed evitare quindi che determinate patologie possano ripresentarsi. Un rischio cui contribuiscono le informazioni infondate presenti soprattutto nel web e basate sulla visione ideologica e non sui dati scientifici prodotti dalla ricerca.

        Un libro a carattere divulgativo per ogni tipo di lettore: per lo scienziato, il medico specialista, il docente universitario, lo studente, l'appassionato di divulgazione, l'amante della lettura, l'onnivoro della cultura e della scienza. Un testo di facile comprensione per chi vuole sapere cosa la scienza ha da dire per fugare definitivamente ogni dubbio su una questione nata attraverso un' impostura e una frode.

Sapientia et augebitur scientia (una maggiore conoscenza e saggezza).

 

http://www.c1vedizioni.com/#!vaccini-complotti-e-pseudoscienza/c1du8