La Fobia sociale è un disturbo d’ansia caratterizzato da paura intensa indotta dall’esposizione a determinate situazioni interpersonali o di prestazione in pubblico. Le persone che soffrono di questo disturbo temono costantemente di dire o fare cose inadeguate o imbarazzanti oppure di mostrare agli altri i segni della propria agitazione, si preoccupano infatti che la loro ansia sarà evidente per il fatto che potrebbe capitare loro di sudare, arrossire, tremare o parlare con voce flebile e incerta e che tutti si accorgeranno di ciò, li osserveranno e giudicheranno.

Il timore centrale è quello di essere giudicati ansiosi, deboli, impacciati, stupidi o inadeguati, un timore che può essere talmente forte da produrre sensazioni fisiche molto intense come palpitazioni, tremori, sudorazione, malessere gastrointestinale o tensione muscolare e il marcato disagio che ne deriva conduce frequentemente ad evitare tutte quelle situazioni che possono generare ansia, compromettendo così il funzionamento e l'adattamento sociale.

 

La disregolazione emotiva

Diversi studi hanno evidenziato come la disregolazione emotiva, ossia la gestione non efficace delle proprie emozioni, rappresenti un fattore importante nella genesi e nel mantenimento dei disturbi dell’umore e d’ansia, in particolare nella Fobia sociale.

I pazienti con Fobia sociale infatti mostrano maggiore difficoltà a regolare i propri stati emotivi, in particolare la rabbia che invece il più delle volte prediligono sopprimere, dissimulandola all'altro e talvolta anche a se stessi.

Sono persone estremamente attente a quello che trasmettono e a come lo fanno, tutto allo scopo di dare una buona immagine di sé per poter essere valutati positivamente e quindi accettati, in quest'ottica la rabbia rappresenta un'emozione indesiderabile e dannosa rispetto a come invece si vorrebbe apparire.

 

 

 

La rabbia infatti è spesso considerata un'emozione “negativa”, socialmente poco accettata sia per le manifestazioni accese che può generare che per le reazioni che potrebbe suscitare negli altri; nel primo caso con la possibilità quindi di venir giudicati non “piacevoli” e quindi non positivamente, compromettendo la propria immagine sociale, nell'altro con il rischio di poter venir esclusi o allontanati dagli altri, eventualità entrambe temute da chi soffre di ansia sociale.

 

Lo studio

In un recente studio pubblicato sul Journal of Anxiety Disorders, Versella e colleghi hanno studiato il rapporto tra il disturbo d'ansia sociale e l'emozione di rabbia.

 

Dai risultati sono emersi 4 profili tipici nei pazienti con fobia sociale:

  • rabbia elevata – soppressione elevata;

  • rabbia moderata – basso controllo;

  • bassa rabbia – moderato controllo;

  • bassa rabbia – elevato controllo.

 

La maggior parte dei partecipanti è rientrata nel profilo bassa rabbia – controllo moderato, ma forse il dato maggiormente significativo è quello del gruppo rabbia elevata – soppressione elevata che ha mostrato punteggi più elevati (rispetto alle classi bassa rabbia) per quanto riguarda il timore del giudizio negativo e ha ottenuto il punteggio più alto in assoluto per quanto riguarda il timore delle conseguenze del mancato controllo della rabbia.

L'importanza dello studio è quello di aver portato l'attenzione su un aspetto significativo, ma forse troppo spesso trascurato nei pazienti con disturbo d'ansia sociale, in quanto una sua attenta e corretta valutazione può rappresentare un tassello in più nella comprensione e trattamento di questo disturbo.

 

 

 Fonti e Bibliografia

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26590429

http://www.ipsico.it/news/rabbia-e-ansia-sociale/

Campbell-Sills, L., Barlow, D.H. (2007). Incorporating emotion regulation into conceptualizations and treatments of anxiety and mood disorders. In: Gross JJ, editor. Handbook of Emotion Regulation. New York, NY: Guilford Press; pp. 542-59.

Kashdan, T.B., Breen, W.E. (2008). Social anxiety and positive emotions: A prospective examination of a self-regulatory model with tendencies to suppress or express emotions as a moderating variable. Behav Ther. 39:1-12.

Rush S., Westermann S., Lincoln TM. Specificity of emotion regulation deficits in social anxiety: an internet study. Psychol Psychother 2012; 85: 268-77.

Turk, C.L., Heimberg, R.G., Luterek, J.A., Mennin, D.S., Fresco, D.M. (2005). Emotion dysregulation in generalized anxiety disorder: A comparison with social anxiety disorder. Cognit Ther Res. 29:89-106.

Werner K., Goldin P., Ball T., Heimberg R., Gross J. Assessing emotion regulation in social anxiety disorder: the Emotion Regulation Interview. J Psychopathol Behav Assess 2011; 33:346-54.