FATE il NOSTRO GIOCO™

campagna di informazione sulla matematica del gioco d’azzardo

 

www.fateilnostrogioco.it

  

Svelare le regole, i segreti e le verità che riguardano il drammatico fenomeno del gioco d'azzardo in Italia, questo è l’obiettivo di Paolo Canova e Diego Rizzuto, un matematico e un fisico torinesi.

La matematica utilizzata come una specie di “antidoto logico”, per creare consapevolezza intorno al gioco e svelare i suoi lati nascosti. Fate il Nostro gioco™, è il nome del progetto, basato su un ampio studio della matematica del gioco d’azzardo, completamente originale, condotto dagli ideatori.

 

 Una mostra dedicata alla matematica del gioco d’azzardo realizzata nel 2009, ha dato l’avvio al progetto da allora si è sviluppato evolvendosi in molte diverse esperienze a seconda del contesto, Fate il Nostro gioco™ può diventare una conferenza, uno spettacolo, un format tv, o racchiudere un corso di formazione per insegnanti e operatori sanitari.

Win For Life, slot machine, videolottery, Superenalotto, Gratta e Vinci, lotto, poker, bingo, roulette, scommesse sportive. Tutti sanno bene cosa sono, e basta accendere la tv o sfogliare la propria rivista preferita per farsi incantare dalle promesse di vincite milionarie.

Nonostante la popolarità di questi giochi, però, non sono in molti ad avere un’idea delle dimensioni del fenomeno. 84 Sono i miliardi di euro raccolti con il gioco d’azzardo nel 2014 quindi in media ogni italiano, neonati compresi, ha giocato in un anno oltre 1400 euro per tentare la fortuna.

Ecco: la fortuna. Chi di noi, almeno una volta, non ha creduto al sogno di incontrarla per caso e cambiare vita? Ma quanto è davvero a portata di mano, questo sogno? Quali false credenze influiscono sulla propensione al gioco? Quante informazioni sono concesse al giocatore?

Da queste domande è nata nel 2009 l’esperienza di Fate il Nostro Gioco™.

L’idea è di usare la matematica come strumento di prevenzione, una specie di “antidoto logico” per immunizzarsi almeno un po’ dal rischio degli eccessi da gioco. Perché gli ideatori del progetto credono che la matematica è esercizio di pensiero critico, un’occasione per creare un’opinione consapevole nei cittadini, specialmente nei ragazzi, in un ambito in cui molto si basa sulla scarsa conoscenza delle leggi che governano la sorte. Fate il Nostro Gioco™ esplora le leggi matematiche che stanno dietro il caso e le scommesse. Lo fa con tutti gli strumenti che siamo riusciti a immaginare: mostre interattive, conferenze nelle scuole, nelle università, interventi televisivi, corsi di formazione e approfondimenti per operatori, insegnanti e giocatori patologici, una pagina Facebook in continuo aggiornamento con i commenti alle ultime notizie sul gioco d’azzardo.

Paolo Canova e Diego Rizzuto, un matematico e un fisico di Torino, dopo esperienze diverse nel campo della comunicazione scientifica hanno messo insieme competenze e obiettivi dando vita nel 2009 a Fate il Nostro Gioco™. Insieme a Sara Zaccone, nel 2012 hanno fondato TAXI1729, una società di formazione e comunicazione scientifica con un preciso intento: unire la precisione e il rigore di cui la scienza ha bisogno con la passione e il divertimento che nascono da un modo diverso di raccontarla.

In poco tempo, Fate il Nostro Gioco™ ha avuto un successo e una visibilità difficili da prevedere, rivelando grandi capacità di attirare su di sé l’attenzione del pubblico e dei mezzi d'informazione: gli autori sono stati ospiti del programma di divulgazione scientifica di La7 "La Gaia Scienza", ed è stata affidata loro una rubrica, “I probabilisti”, di 8 servizi per altrettante puntate in onda tra marzo e maggio 2010. A questa esperienza hanno fatto seguito molti interventi, come esperti di matematica e gioco d’azzardo, su varie emittenti televisive.

Il progetto Fate il Nostro Gioco™ ha coinvolto fino a oggi quasi 100.000 persone, in maggior parte studenti, in Italia ma anche in Francia e Svizzera.

Nel lavoro di ricerca e d’intervento sul territorio, hanno attivato collaborazioni con diverse università e con enti che si occupano specificamente dei problemi sociali derivanti dal Gioco d’Azzardo Patologico.

 

Il gambling è un fenomeno complesso che attraversa i confini disciplinari.

Il corso analizza alcuni aspetti del gioco d'azzardo diversi da quelli clinici al fine di arricchire la comprensione del fenomeno nelle figure professionali a cui si rivolge. Più precisamente il corso, nella sua versione più estesa, si sofferma sui seguenti aspetti:

  • tecnici e matematici_ analisi dei regolamenti dei giochi pubblici d’azzardo; simulazione dal vivo e online di giocate a gratta e vinci, slot machine, videopoker, 10 e lotto, scommesse sportive, bingo; analisi della matematica del gambling e del meccanismo delle ricompense nei diversi giochi;
  • cognitivi_ analisi delle fallacie cognitive legate al gioco d’azzardo e della Prospect Theory di Kahneman e Tversky;
  • percettivi_ analisi dei media come strumenti per riconoscere e codificare la percezione sociale del gioco d’azzardo.

Il corso si adatta alla composizione e alle esigenze della classe e può essere rivolto a classi di operatori e dirigenti del Servizio Sanitario Nazionale, del terzo settore, del settore bancario, finanziario o assicurativo, docenti delle scuole superiori di primo e secondo grado, studenti (di scuola superiore o università), decisori pubblici in enti istituzionali.

 Il corpo docente è composto da:

  • Paolo Canova (matematico) e Diego Rizzuto (fisico) all'interno della società di formazione scientifica TAXI1729 hanno ideato nel 2009 la campagna di informazione sulla matematica del gioco d'azzardo Fate il Nostro gioco.
  • Vincenzo Crupi è professore associato di Filosofia della Scienza e Direttore del Centro di Logica, Linguaggio e Cognizione presso l'Università di Torino. Oltre ad occuparsi di temi classici di epistemologia e filosofia della scienza, ha partecipato a progetti di ricerca teorica e sperimentale sugli aspetti cognitivi del giudizio e della decisione in condizioni di incertezza e ha approfondito le implicazioni per il ragionamento diagnostico e l'errore in medicina.
  • Michele Marangi è media educator, progetta e realizza percorsi formativi, ricerche socio-culturali, supervisione metodologica, consulenze sull’uso dei media in ambito sociale e culturale. Nel campo del gioco d'azzardo e più in generale delle dipendenze si occupa di formazione degli operatori del Servizio Sanitario Nazionale per l’utilizzo degli audiovisivi in ambito formativo, didattico e pedagogico.

Prossimi appuntamenti:

  • 07 Aprile 2016 ore 11:00

Conferenza a Fano PU per le scuole superiori

  • 12 Aprile 2016 ore 21:00

Conferenza a Santhià VC per la cittadinanza

 

  • 14 Aprile 2016 ore 21:00

Conferenza a Borgosesia VC per la cittadinanza

 

  • 15 Aprile 2016 ore 18:30

Presentazione del nostro libro
a Milano

  • 18 Aprile 2016 ore 19:00

Presentazione del nostro libro a Carpi MO

  • 19 Aprile 2016 ore 10:30

Conferenza a Carpi MO per le scuole superiori

 

  • 20 Aprile 2016 ore 10:00

Conferenza Crema CR per le scuole superiori

 

  • 21 Aprile 2016 ore 21:00

Conferenza a Vercelli per la cittadinanza

 

  • 27 Aprile 2016 ore 11:00

Conferenza a Urbino PU per la popolazione

 

  • 27 Aprile 2016 ore 21:00

Conferenza a Bologna per la cittadinanza

 

  • 29 Aprile 2016 ore 10:30

Conferenza a Feltre BL per le scuole superiori

 

  • 29 Aprile 2016 ore 21:00

Conferenza a Dueville VI per le scuole superiori

 

  • 04 Maggio 2016 ore 21:00

Conferenza Casalmaggiore CR per la cittadinanza

 

  • 05 Maggio 2016 ore 9:00

Conferenza Casalmaggiore CR per le scuole superiori

 

  • 05 Maggio 2016 ore 11:30

Conferenza Casalmaggiore CR per le scuole superiori

 

  • 08 Maggio 2016 ore 19:00

Presentazione del nostro libro a Caccamo PA

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI: www.fateilnostrogioco.it