coppia

Nelle relazioni di coppia non sono rari momenti difficili e può succedere di trovarsi ad affermare “la mia relazione è in crisi”. La parola crisi, quando inserita in un contesto relazionale, spesso assume un'accezione negativa. In realtà questo termine, che deriva dal greco krísis, significa "scelta, decisione" e rappresenta un aspetto fondamentale nella vita di tutti, quello della crescita.

La crisi non è quindi un evento esclusivamente negativo ma un momento transitorio nella vita di ognuno che, se affrontato nella giusta maniera, si trasforma in un'evoluzione e nell'opportunità di cambiare qualcosa all'interno della coppia. L’essere umano, per sua natura, è cambiamento: in ogni persona, dunque, opinioni, pensieri, desideri e sogni si evolvono con il passare del tempo.

Trovare il giusto dialogo con il partner non sempre è semplice, ma diventa necessario se vogliamo evitare di evolverci in direzioni differenti e perdere così il contatto.

I rapporti di coppia sono basati su una progettualità comune come, ad esempio, il desiderio condiviso di creare una famiglia o diventare genitori.

La rottura di questa progettualità può essere uno dei motivi che favoriscono l'insorgere della crisi.

Ritagliarsi i propri spazi per coltivare hobbies, dedicarsi alle amicizie o ai propri interessi è vissuto oggi come un diritto anche all'interno della coppia, ma può divenire un problema quando tutto ciò impedisce momenti di condivisione con il/la partner, durante i quali ci si dedica ad interessi e si realizzano i progetti comuni.

In altri casi i motivi della crisi possono essere ricondotti a momenti di stress di uno o di entrambi i componenti della coppia. Più frequentemente eventi traumatici possono ripercuotersi negativamente sulla coppia: lutti, malattie, morte prematura di un figlio, sono alcuni esempi. In questi casi un aiuto esterno a sostegno della coppia nel processo di elaborazione e nella condivisione dei vissuti è spesso necessario.

Come abbiamo detto all'inizio dell'articolo, le persone cambiano e si evolvono, cambiano nel modo di pensare ma anche nella consapevolezza di sé.

Non sempre l'evoluzione riguarda entrambi e quando ciò non accade può verificarsi che i nuovi atteggiamenti destabilizzino la percezione che un partner ha dell'altro: "non lo riconosco più". Questo “disallineamento” del processo evolutivo può divenire quindi una delle ragioni della crisi.

In ultimo, le difficoltà all'interno della coppia possono nascere dall’insorgere di comportamenti di interferenza messi in atto dalle famiglie di uno o entrambi i partner. La presenza eccessiva della famiglia di origine, dalla quale non ci si è del tutto svincolati, può divenire di frequente motivo di liti all'interno della coppia.

Spesso, inoltre, si identifica come causa dei problemi di coppia una diminuzione dell'attività sessuale. Di solito la componente sessuale è connessa al benessere della coppia e in quest'ottica appare più come una conseguenza dei problemi che non il motivo della crisi.

In ogni caso sopra descritto e anche in altri in cui la coppia sente di vivere un periodo di difficoltà, può essere utile contattare un/una psicoterapeuta. La psicoterapia di coppia ad approccio gestaltico agisce in modo globale sul sistema coppia e facilita l’espressione e gli eventuali blocchi che si possono essere creati a livello cognitivo, emotivo e corporeo.